x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

Husqvarna TR 650 Terra e TR 650 Strada

6 September 2012
  • Salva
  • Condividi
  • 1/20 Husqvarna TR 650 Strada
    Il nostro test anteprima di due importanti novità 2013 Husqvarna. TR 650 Terra e TR 650 Strada sono pensate per chi inizia: sono economiche, comode e facili. Ma sanno far divertire

    Husqvarna TR 650 Strada e TR 650 TERRA

    Salto importante per l'Husqvarna. Dopo il primo passo stradale compiuto con la Nuda ecco due nuove medie cilindrate. La novità più importante non è la cilindrata o il modello, quanto la svolta "turistica" compiuta con queste due monocilindriche. Strada e Terra - i nomi indicano già la destinazione - sono due agili moto tuttofare, comode, facili, dalle buone prestazioni ed economiche, sia all'acquisto, sia nella gestione. I prezzi sono di 6.490 euro c.i.m. senza ABS (in questo caso la Terra ha ruota posteriore di 18") e 6.890 euro c.i.m. con ABS, in questo caso sia Terra che Strada hanno la ruota posteriore di 17". Disponibilità immediata.

    UN PO’ DI TECNICA
    Riassumiamo qui le principali caratteristiche tecniche di queste due moto, per approfondimenti cliccate qui. Sono equipaggiate con il monocilindrico della BMW G 650 GS, che per l'occasione guadagna una decina di CV in più. Li trova grazie a un'importante serie di interventi, all'iniezione, agli alberi a camme, alle termiche, completamente nuove. Sono modificati i condotti, ci sono valvole di maggiore diametro, un pistone più leggero e cambia anche la centralina, ora una Magneti Marelli. L'opera è poi completata dall'impianto di scarico in acciaio inossidabile e dal nuovo sistema di aspirazione.

    La ciclistica invece è tutta nuova, marcata Husky. Il telaio è un robusto doppio trave in acciaio, c'e una forcella sud con steli di ben 46 mm e il classico monoammortizzatore idraulico, regolabile nel prevarico e nel ritorno. Tra la Terra e la Strada cambia poco: le tarature delle sospensioni, le ruote e ovviamente le coperture.  

    LA GUIDA

    STRADA: FACILE PER CHI INIZIA
    Sui tornanti spagnoli la Strada ha messo subito in evidenza la sua natura pacifica. È facile da condurre, rotonda nelle reazioni e sempre sicura, nata, insomma, per assecondare non certo lo smanettone quanto il motociclista più o meno scafato. Piacerà ai novizi proprio per la facilita della guida, non deluderà chi ha esperienza perché riesce a garantire una bella e gratificante guida sportiva. 

     

    MOTORE ELASTICO E RISPARMIOSO
    Al centro di tutto c'e il propulsore, che sorprende per vari motivi. Perché i tecnici Husky sono riusciti a tirar fuori più potenza senza rovinare l'elasticità, impresa non da poco perché il 650 tedesco ora scende regolarissimo fino a 2.000 giri, spinge forte già da 3.000 e raggiunge la zona limite (8.000 di contagiri, 8.500 di limitatore) senza problemi. Su strada da il meglio dai 3.000 ai 5.000, 6.000 proprio se si vuole esagerare, grande qualità che permette di garantire consumi davvero limitati. La Casa dichiara un eccellente 23,3 km/l a 120 km/h, dato che poi verificheremo e che ci fa supporre che i 20 km/l siano un limite alla portata, anche guidando senza troppa cura. 

     

    COMODITÀ E GUIDA DIVERTENTE
    Poi c'e la ciclistica, che toglie molti pensieri. Agile il giusto, stabilissima in ogni occasione, autostrada, misto, sconnesso, grazie a sospensioni perfette e dalle ampi escursioni, accompagnata dalle grandi doti del propulsore e sotto la sorveglianza dell'ABS, permette di guidare in relax. La Strada e la Terra sono comodissime, moto a 360 gradi che permettono di viaggiare in grande comodità (date un'occhiata agli accessori, nati per questo scopo) e di muoversi in città con grande leggerezza. 

     

    TERRA: AGILE E SINCERA
    La Terra ha quote e gomme ben diverse, scelte per lo sterrato. Ma non preoccupatevi: sull'asfalto non ha nulla da invidiare alla Strada, anzi, a nostro parere offre qualcosa in più: oltre ad essere altrettanto agile e dirittura anche più sincera. E anche più bella, col parafango alto.  

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Sposta