x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

KTM SX 2019: migliorate in tutto!

21 maggio 2018
a cura della redazione
  • Salva
  • Condividi
  • 1/13 KTM 125 SX 2019
    Nuova gamma KTM SX cross 2019: appena scesi dalle nuove orange, raccogliamo le prime impressioni di guida. Per tutti i modelli si registra un netto miglioramento di comfort, guidabilità e prestazioni

    KTM ha appena spento le moto da cross 2019 e sulla pista di Malagrotta (RM) cala il silenzio. Questo è il tracciato su cui si allena Tony Cairoli e, di certo, è un posto abituato a vedere cose straordinarie. Anche oggi non è stato da meno. Oggi Cairoli non c’era, ma c’era Ryan Dungey (quattro volte Campione Supercross e ora brand ambassador della Casa austriaca) e, soprattutto, c’erano le nuove Kappa. Le avevamo già viste all’opera nel Mondiale MXGP e MX2 e anche nel Supecross USA in mano ai piloti ufficiali. Le avevamo assaggiate nella versione Factory americana (in copertina su Motociclismo FUORIstrada di aprile) e oggi finalmente le scopriamo in configurazione definitiva, quella di serie che sarà disponibile a breve ai clienti orange.

    Le novità tecniche sono molteplici, sebbene non sconvolgenti; KTM ha puntato ad affinare una famiglia di moto nate molto bene, fin dal 2016. Oggi si apprezzano gli sviluppi di quel progetto rimasto come linea guida di una generazione di modelli che ha permesso al gruppo di Mattighofen di alzare l’asticella quanto a tecnologia, peso e prestazioni di motore e ciclistica. Sintetizzare il risultato di questa evoluzione è facile: è tutto quasi come prima, ma molto meglio. Ogni dettaglio è stato ulteriormente sviluppato e con le modifiche a motore e ciclistica si sono ottenuti miglioramenti nell’erogazione, nella guida e nella sensazione di leggerezza e feeling di tutti i modelli, che vediamo nel dettaglio.

    KTM SX 2019: migliorate in tutto!

    250 SX-F

    La piccola MX2 cresce in comfort, guidabilità e stabilità. Tutto è preciso, tutto funziona. Il motore è stupendo, sotto spinge forte, ma non ti delude affatto se poi insisti con la marcia. È un motore ancora più fluido, più brillante, meno “ruvido” del precedente. È una 250 completa, rapida a salire di giri e con tanta schiena. Il risultato è ottimo.

    350 SX-F

    È migliorata anche lei, si dimostra più leggera da guidare, con un motore ancora più “pieno”. Resta sempre la via di mezzo tra le due cilindrate di riferimento e quindi se le tiri il collo e la fai girare in alto è paragonabile alla 450, ma devi comunque usare una guida più ragionata; per quanto sia migliorata molto in tutti i reparti.

    450 SX-F

    È la moto che più di tutte ci ha ulteriormente stupito; è più dolce di prima, più comoda, più amichevole. Ci sali ed è tua, ha un motore molto fluido, un’elettronica che spalma bene la potenza che resta in linea con il passato, ma è erogata in modo più dolce. Ti basta un filo di gas e affronti tutti gli ostacoli con grande facilità. Anche a livello di bilanciamento è più equilibrata, segue tutti i tuoi movimenti, è intuitiva, maneggevole, ma con una stabilità aumentata.

    È una moto da cross che va fortissimo, ma è per tutti. Un videogioco.

    125 SX

    Si conferma una moto molto potente e brillante. Rispetto al passato è più comoda, potendo sfruttare la nuova ergonomia che rende tutte le moto della nuova gamma ancora più apprezzabili. Il motore spinge come in passato e tutto si comporta come sul modello precedente. La miglioria specifica sta nella frizione a diaframma, che rende lo stacco più dolce, a vantaggio della trazione sulle piste dure.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Sposta