Andrea Bruni - 17 July 2022

Assoluti Ceva: braccio di ferro tra Verona e Watson

Il pilota GASGAS vince il settimo round degli Assoluti d'Italia in Piemonte, confermando il suo periodo di forma, dopo un bel confronto con Nathan Watson staccato solo di 7''. Lotta accesissima anche per l'ultimo gradino del podio tra Cavallo, Persson e Oldrati. Nella 450 nuovo successo per Salvini, nella 125 trionfa Philippaerts e Pavoni domina la 300. Cristino si laurea Campione Youth con due tappe di anticipo

Un Campionato Italiano di Enduro che sa di Mondiale! Duello spettacolare, durato ben 12 speciali, quello andato in scena oggi tra il nostro Andrea Verona (GASGAS) e Nathan Watson (Honda), secondo a soli 7". Il nostro portacolori è partito "a fuoco" portando a casa tutte le prove speciali del primo giro, distaccando l'inglese meno aggressivo nella prima parte di gara. Watson si è rifatto sotto vincendo tutti i successivi Cross Test e Enduro Test, ma questo non gli è bastato per salire sul gradino più alto del podio. Terza posizione che va in volata al beniamino di casa Matteo Cavallo (TM Racing), distanziato per meno di 2" da Mikael Persson (Husqvarna). Quinto al traguardo, e con molto amaro in bocca, Thomas Oldrati (Honda). Dopo un'intera giornata terzo il pilota bergamasco ha il impattato con un albero, all'ultima speciale, rompendo il comando dell'acceleratore e perdendo i 30" di vantaggio che aveva sui suoi diretti inseguitori.

Per Watson anche il Fast Lap ottenuto nella prova speciale Enduro Test 24MX.

In Campionato:

Andrea Verona (114 punti), Nathan Watson (93 punti), Hamish Macdondal (85 punti).

Verona ha vinto anche la classe 250 4T su Matteo Cavallo (TM Racing) e Thomas Oldrati (Honda) subito a ruota.

In Campionato:

Andrea Verona (140 punti), Matteo Cavallo (113 punti), Thomas Oldrati (105 punti).

450: ancora di Salvini

La 450 vede vincere ancora Alex Salvini (Husqvarna), nonostante il recente infortunio alla mano rimediato al Mondiale EnduroGP, il bolognese tiene dietro Gianluca Martini (Beta) e Yuri Quarti (Husqvarna).

In Campionato:

Alex Salvini (133 punti), Gianluca Martini (118 punti), Rudy Moroni (96 punti).

Super Pavoni nella 300

La Classe 300 è stata un dominio assoluto di Matteo Pavoni (TM Racing), che rifila quasi quattro minuti a Michele Musso (Sherco), chiude il podio ancora più distaccato Gabriele Pasinetti (Beta). Ancora fuori dai giochi, per il brutto incidente, il nostro Davide Guarneri.

In Campionato:

Matteo Pavoni (125 punti), Davide Guarneri (100 punti), Mirko Ciani (93 punti).

125 a Philippaerts

Deny Philippaerts (TM Racing) non ha avuto rivali nella 125 dove ha vinto, tornando al successo, con un margine di quasi due minuti su Matteo Grigis (GASGAS), terzo Filippo Grimani (Beta), il quale dimostra costanza dopo il primo podio ottenuto lo scorso appuntamento.

In Campionato:

Deny Philippaerts (134 punti), Matteo Grigis (107 punti), Daniele Delbono (104 punti).

250 2T, sempre Gardiol

Nella 250 2T settima vittoria per Jordi Gardiol (TM Racing) che non lascia nulla agli avversari e scappa sempre di più in vetta alla classifica di campionato. Secondo il "track inspector" Maurizio Micheluz (Husqvarna), tornato dopo il recente infortunio. Terzo a cinque minuti di distacco Thomas Grigis (Husqvarna).

In Campionato:

Jordi Gardiol (140 punti), Maurizio Micheluz (102 punti), Giacomo Marmi (99 punti).

La Junior parla Sardo

Un super Claudio Spanu, rientrato agli Eicma Series dopo aver saltato la scorsa tappa per un'operazione, (Honda) trionfa sul gradino più alto del podio dopo aver vinto quasi tutte le speciali in programma per oggi, lo seguono a ruota Morgan Lesiardo (Sherco) e Manolo Morettini (KTM).

In Campionato:

Morgan Lesiardo (118 punti), Manolo Morettini (100 punti), Enrico Rinaldi (98 punti).

Cristino si prende la Youth

5 vittorie su 5 appuntamenti incoronano Kevin Cristino (Fantic) Campione Italiano con due prove di anticipo; neanche un problema tecnico poco prima del Cross Test è riuscito a fermarlo. Al secondo posto troviamo Manuel Verzeroli (GASGAS) e al terzo posto Pietro Scardina (Fantic).

In Campionato:

Kevin Cristino (140 punti), Alberto Elgari (98 punti), Lorenzo Bernini (95 punti).

A siglare l’assoluta di Coppa Italia è stato Gabriele Doglio (TM Racing), che ha vinto anche la relativa Classe Cadetti, nella Classe Junior Edoardo Dovetta (KTM) è giunto al suo secondo successo e nella Classe Senior Diego Lupatini (KTM) ha agguantato la vittoria; mentre la Classe Major ha visto nuovamente il successo di Simone Matteoni (KTM).

Per quanto attiene alla Classe 50 codice, a vincere è stato Simone Cagnoni (Vent), che ha vinto con due prove di anticipo il campionato, regalando al gruppo HM-Vent il diciannovesimo successo tricolore.

La Classe Femminile ha avuto la firma di Aurora Pittaluga (Beta), che ha dominato la classifica in rosa. Classifica stranieri di Coppa Italia è stata appannaggio di Loris Gailland (KTM), mentre, nella Coppa FMI ha vinto Pietro Scardina (Fantic Graffignano) nella Classe 2T, Edoardo Alutto (Sherco) ha ribadito tutta la sua velocità nella 4 tempi. Nella Classifica riservata ai Motoclub, è stato il Motoclub Sebino a vincere la giornata di Ceva, mettendosi davanti al Motoclub Trial David Fornaroli, la terza posizione è andata questa volta al Gruppo Sportivo Fiamme Oro Milano.

Gli Assoluti d’Italia Enduro Eicma Series si prendono una pausa estiva, per tornare a ottobre a Castiglion Fiorentino per gli ultimi due round stagionali.

Per tutti gli aggiornamenti, i risultati e le informazioni tecniche: enduro.federmoto.it e i canali social di OffroadProRacing.

© RIPRODUZIONE RISERVATA