Marco Gualdani
16 January 2023

Pazzesco incidente di Freeman alla prima dell'Inglese

Che botta! Brad Freeman ha iniziato la stagione con una spettacolare caduta, dopo un contatto a forte velocità con un avversario in una gara sprint inglese. Per fortuna sta bene, al punto che ha vinto la giornata di domenica. Ma cosa è successo e chi ha ragione? Ecco come è andata

1/6

I piloti si rialzano

Fine settimana decisamente movimentato quello dell'ufficiale Beta Motor Brad Freeman... Il talento inglese (emblema dello sterotipo "genio e sregolatezza") ha partecipato alla prima prova stagionale dell'ACU British Sprint Enduro Championship, corso a Doncaster a est di Sheffield, rendendosi protagonista in entrambe le giornate, per due ragioni diverse: al sabato è caduto in maniera spettacolare, la domenica ha vinto. Un incidente insolito, causato da una serie di fattori. I piloti erano impegnati in quella che è stata definita "gara sprint", cioè due manche da un'ora da correre sul tracciato Doncaster Moto Park, modificato per avvicinarsi quanto più possibile a una gara di enduro "estremo", con passaggi di vario livello di difficoltà. A rendere tutto ancora più tecnico, ci si è messo anche il meteo, con forti temporali (in linea con la zona e il periodo) che hanno letteralmente allagato la pista, diventata impegnativa con grandi pozzanghere, tanto fango e canali profondi. Per rendere la vita un po' più facile ai piloti meno preparati, è stata creata una doppia linea, la così detta "chicken lane" (più facile ma più lunga) che si trova in diverse speciali, anche agli Assoluti d'Italia. Nel caso specifico, bypassare il percorso principale permetteva di evitare di attraversare un profondo canale d'acqua, come ci mostra la foto qui sopra. Nel tondo vediamo Brad Freeman che lo sta superando in volo. Poco dopo quell'immagine, Freeman andrà a sbattere contro un avversario, che stava rientrando nel tracciato principale in uscita dalla chicken lane. Gran botta, piloti accartocciati, moto a terra fumanti. Per fortuna entrambi si sono rialzati senza grosse conseguenze, anche se Freeman ha preso la via dei box, lasciando la vittoria (di sabato) a Billy Bolt, davanti a Jamie McCanney e Jack Edmondson. Qui sotto, la sequenza dell'accaduto.

LA SEQUENZA DELLA CADUTA

1/11

Il momento dell'impatto

Di chi è la responsabilità dell'incidente? Non basta dire che Freeman arrivava da destra e quindi aveva la precedenza... Anche in Inghilterra, nonostante il senso contrario di marcia. Scherzi a parte, a prima vista verrebbe da dire che Freeman lo abbia centrato in pieno, mentre l'altro pilota faceva la sua strada. In realtà, chi decide di transitare dalla chicken lane, ha poi l'onere di dover controllare se arrivano piloti dalla pista principale. È una regola non scritta, ma che si basa su questa ratio: se scegli l’alternativa, dovresti dare precedenza a chi invece ha scelto la via principale. E questo non è stato successo; ma probabilmente è quello che si aspettava Freeman, che ha tenuto il gas aperto convinto che l'altro rallentasse. La teoria, quindi, sarebbe dalla parte del pilota Beta. Poi, però, subentra il buonsenso contestualizzato. Considerando che siamo a gennaio, in una gara utile solo ad affinare la preparazione, in un punto visibilmente delicato e con una visuale completa sulla situazione; forse Brad poteva dare al rivale il beneficio del dubbio e fare in modo di variare le tempistiche, evitando di trovarsi lì in quel momento. Ma Freeman non sarebbe Freeman senza la sua proverbiale grinta e cocciutaggine, che gli ha permesso di vincere già sette titoli iridati. E, soprattutto, di vincere già il giorno dopo l'incidente, quando la gara si è trasformata in una più classica sfida di enduro, a suon di speciali; Brad ha così conquistato il successo su Bolt e McCanney.

I video di Motociclismo Fuoristrada

Guarda tutti i video di Motociclismo Fuoristrada >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA