Collari rigidi e morbidi, quale scegliere

C’è chi pensa che non sia indispensabile, chi lo ritiene scomodo e chi assolutamente non ne vuole fare a meno: è il neck brace, cioè il dispositivo di protezione nato per limitare gli infortuni cervicali. Vi proponiamo una panoramica di 8 prodotti divisi tra rigidi e morbidi, che variano per caratteristiche, prezzo e funzionalità

1 di 9

Era il 2001 e il dottor Chris Leatt decise di portare suo figlio Matthew a vedere una gara di motocross vicino a casa, in Sud Africa. Lì trovò alcuni suoi colleghi medici ed era con loro quando arrivò la chiamata di un intervento per un pilota caduto. Leatt salì sul veicolo dei dottori per raggiungere il luogo dell’incidente, trovando a terra il suo amico Alan Selby, con cui Chris andava in moto ogni tanto. La situazione è apparsa subito grave e, nonostante i tentativi di rianimazione, Selby perse la vita per una frattura cervicale.

La settimana precedente a questo episodio, Matthew aveva fatto il suo primo giro in sella a una moto da minicross e suo padre Chris non voleva che suo figlio fosse esposto a rischi di questo tipo. Così iniziò a sviluppare una soluzione per ridurre le lesioni cervicali e creò il primo collare specifico per il fuoristrada.

Nel 2004 il collare Leatt fu venduto in Sud Africa e, successivamente, in tutto il Mondo. Nel 2005 venne fondata la Leatt e il neck brace fu promosso anche attraverso BMW e KTM che, nel 2007, lo inserirono nel loro catalogo di accessori, sdoganandone l’importanza. Sopra vedete proprio quel prodotto, uno dei primi neck brace di “nuova generazione”.

Sulle prime molti piloti lo utilizzarono. Del resto è inutile sottolineare quanto una torsione innaturale del collo possa essere dannosa per il corpo umano. Indossando il “collare”, in caso di impatto il casco ha una superficie di appoggio più vicina rispetto alle spalle e crea un sostegno alla colonna vertebrale, su ogni lato. Tuttavia, alcuni piloti iniziarono a guardare il neck brace con diffidenza; dopo i primi incidenti alcuni riportarono comunque problematiche alla colonna, altri fratture della clavicola, altri ancora alle scapole.

Il fatto è che l’energia accumulata deve essere smaltita e i primi collari gravavano su alcuni punti precisi, che erano oltremodo stressati. Purtroppo non è così facile riuscire a testare in laboratorio questa protezione, perché non riesci a simulare una torsione del collo fino a punto di rottura con un manichino, tantomeno con una persona. E non si è ancora riusciti a ottenere un protocollo di certificazione. Ma lo sviluppo dei neck brace è andato avanti, mirato a creare prodotti in grado di disperdere l’energia aumentando il più possibile l’area di contatto con il corpo.

A quasi 20 anni di distanza abbiamo collari evoluti e stiamo tornando a vederli indossare dai piloti, anche professionisti. Tra tutti citiamo Tim Gajser per il Mondiale MXGP.

In questo articolo vi presentiamo 8 prodotti, diversi per tecnologia, prezzo, materiali, divisi tra rigidi (consigliati) e morbidi (palliativi). La scelta del neck brace non è banale, si deve tenere conto di diverse variabili che spaziano dalla lunghezza del proprio collo, alla disponibilità economica, alla comodità quando si indossa. Non deve in alcun modo vincolare troppo il movimento della testa, ma essere presente non appena si va qualche grado oltre la naturale inclinazione. Ce n’è per tutti i gusti. Fateci un pensierino.

1/2

Alpinestars BNS TECH 2

PREZZO: 275,80 euro

www.alpinestars.com

Disponibile in due taglie e due colorazioni (full black e gialla/nera), questo prodotto è formato da un composto polimerico avanzato ad alte prestazioni. Dotazione principale è il sistema BNS, grazie al quale in caso di incidente le forze generate dall’impatto vengono dissipate verso le spalle e allontanate da collo e colonna vertebrale; riducendo così il rischio di lesioni per il pilota. Sui lati del collare troviamo delle piccole linguette utili per bloccarlo alla pettorina, evitando così che si muova durante la guida.

1/2

Atlas AIR LITE

PREZZO: 248,25 euro

www.atlasbrace.com

La caratteristica principale di questo collare è la sua leggerezza, con soli 580 grammi di peso. Si nota subito anche l’aspetto minimalista della struttura Split-Flex, snodabile nella parte posteriore per adattarsi al meglio ai diversi movimenti che compie il pilota. Pur essendo di dimensioni ridotte rispetto alla concorrenza il prodotto offre comunque un’estesa superficie di contatto col corpo, fondamentale per disperdere l’energia degli urti. La parte anteriore è regolabile su due diverse altezze per migliorare ulteriormente la vestibilità. È disponibile su tre misure e ben cinque colori (bianco, nero, rosso, grigio e acqua).

1/2

EVS R4

PREZZO: 137,91 euro

www.evs.sports.com

Da EVS un prodotto compatto e di basso profilo, formato esternamente da un polimero plastico resistente a urti e abrasioni. L’interno è caratterizzato da un nucleo in poliuretano ideale per assorbire ogni tipologia di impatto. Troviamo inoltre una fodera in bio-schiuma che andrà ad appoggiarsi al pilota e offrirà un ulteriore assorbimento degli impatti. Nella parte posteriore troviamo il “rear strut”, una regolazione posizionabile su diversi livelli che può essere modificata attraverso una vite. Permette così di avere una vestibilità ancora più personalizzata. È disponibile in taglia da bambino o adulto.

1/2

Leatt NECK BRACE 6.5

PREZZO: 499,00 euro

www.leatt.com

Questo prodotto è stato studiato e sviluppato in simbiosi tra laboratorio e piloti, ed è in grado di ridurre del 90% le lesioni critiche nella zona cervicale. È formato da una struttura centrale in carbonio ed è dotato di CoreFlex nella parte posteriore. Questa particolare struttura pieghevole si adatta ai movimenti naturali del corpo fornendo così una ottima vestibilità, senza che venga mai applicata troppa pressione nella parte superiore della schiena. Troviamo inoltre si un sistema di apertura e chiusura laterale e di un meccanismo di sblocco rapido in caso di emergenza.

1/2

Ufo Plast BULLDOG

PREZZO: 70,98 euro

www.ufoplast.com

Disponibile in colorazione giallo e rossa oppure total black, il collare Bulldog è composto da poliuretano espanso e rivestito da in lycra (fibra sintetica formata da filamenti rigidi ed elastici). È dotato anche di bretelle elastiche regolabili in lunghezza per migliorare la vestibilità del prodotto durante la guida.

1/2

EVS R3

PREZZO: 48,70 euro

www.evs-sports.com

Disponibile sia in taglia da bambino sia da adulto il collare R3-race collar è formato da una schiuma di poliuretano e rivestito da un resistente guscio in nylon. Per questo la struttura esterna è anche lavabile. Sulla parte frontale troviamo il sistema di sgancio rapido in plastica.

SHOT PROTECTOR NECK BRACE 2.0

PREZZO: 39,95 euro

www.shotracegear.com

Questo prodotto ha la particolare caratteristica di essere costituito da una miscela di due materiali a densità diverse, utili ad assorbire meglio eventuali impatti. La taglia del collare è unica e la forma è preformata per adattarsi al meglio alla forma anatomica del corpo. La chiusura è anteriore ed è con sistema a velcro. Anche lui può essere sfoderato e lavato.

1/2

Raven C7

PREZZO: 34,99 euro

www.24mx.it

Da Raven un prodotto leggero grazie all’utilizzo di un nucleo in schiuma rivestito di poliuretano. Nella parte inferiore troviamo uno strato antiscivolo in eco-pelle per limitare il movimento del collare, mentre, sui lati due pratici ganci per immobilizzarlo ulteriormente. La chiusura è in velcro posta nella parte anteriore.

I video di Motociclismo Fuoristrada

Guarda tutti i video di Motociclismo Fuoristrada >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA