Holeshot: il test di 4 dispositivi di partenza

I piloti di motocross oggi hanno a disposizione numerosi accessori per curvare in testa: ma quanto sono efficaci sulla terra e sulla griglia metallica?

1/11

Ormai non basta più l’istinto per centrare un holeshot, cioè la partenza al comando nelle gare di motocross. I piloti hanno infatti a disposizione una serie di accessori dedicati che toccano varie aree. Noi ne abbiamo messi alla prova quattro, totalmente diversi tra loro per capire quanto siano effettivamente efficaci rispetto all’affidarsi unicamente al polso e al controllo della leva della frizione.

Abbiamo utilizzato:

1: launch control meccanico sulla forcella

2: launch control elettronico programmato in centralina

3: RPM Dash by GET, cioè un indicatore di giri motore pensato per dare un parametro fisso per la corretta apertura del gas anche in mezzo alla confusione

4: zeppe by MX Factory Shop. Ne abbiamo provate tre altezze diverse, dalle più basse a quelle che ti permettono di mantenere i piedi sulle pedane.

Ecco il video del test, mentre per l’articolo completo vi rimandiamo al numero di aprile di Motociclismo FUORIstrada in edicola

Tags

© RIPRODUZIONE RISERVATA