x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

Honda presenta la gamma CRF Enduro Racing 2019

1 settembre 2018
di Beppe Cucco
  • Salva
  • Condividi
  • 1/5 Della famiglia Honda Enduro Racing m.y. 2019 fanno parte quattro modelli: CRF 250RX, CRF 300RX, CRF400RX e CRF 450RX
    Della famiglia Honda Enduro Racing m.y. 2019 fanno parte quattro modelli: CRF 250RX, CRF 300RX, CRF400RX e CRF 450RX. Ecco come cambiano rispetto al passato

    Quattro modelli

    RedMoto, con la collaborazione dei piloti del World Enduro Team Davide Guarneri, Thomas Oldrati e Emanuele Facchetti, e con la presenza di Giacomo Redondi, ha svelato le nuove CRF-RX MY 2019. La gamma Enduro Racing 2019 comprende 4 cilindrate:

    • CRF 450RX Enduro
    • CRF 400RX Enduro (derivata dalla 450)
    • CRF 250RX Enduro
    • CRF 300RX Enduro (derivata dalla 300)
    La gamma verrà ulteriormente ampliata con le versioni special.

    Honda presenta la gamma CRF Enduro Racing 2019

    CRF 450RX Enduro

    Profondamente rinnovata, vanta un aumento della coppia massima su tutto il regime di erogazione. Tra le novità il Launch Control HRC, un nuovo manubrio Renthal Fatbar e cerchi DID Dirt Star. Telaio e ciclistica si avvalgono di un set-up delle sospensioni perfezionato e di una riduzione di peso complessivo. C’è poi ora un sensore di cambio marcia che consente alla centralina di attuare mappe di accensione specifiche per ogni rapporto, mentre l’impianto di alimentazione PGM-FI è stato impostato per iniettare il carburante due volte per ciclo. Inoltre, la pompa dell’olio ha una capacità maggiorata e la frizione ha un attuatore e un piatto spingidisco riprogettati.

    Il telaio a doppia trave in alluminio è rimasto sostanzialmente immutato, ma è più leggero, come anche il forcellone. Una nuova pinza freno anteriore riduce ulteriormente il peso. La forcella Showa da 49 mm presenta aggiornamenti per quanto riguarda l’olio e le impostazioni delle molle e dello smorzamento idraulico, mentre per l’ammortizzatore i progettisti sono intervenuti con un processo definito “Super Finish” e la revisione del rapporto del leveraggio Pro-Link.

    MOTORE

    • +2 Nm di coppia 7.500 giri/min
    • Nuovo profilo del mantello del pistone, delle fasce elastiche e della biella. Pistone dotato di lubrificazione a 5 fori per aumento dell’affidabilità.
    • Nuovi carter motore, più rigidi e leggeri, che non prevedono più la possibilità di adozione del kick starter.
    • Nuovo attuatore e il piatto spingidisco della frizione, riprogettati per una maggiore resistenza alle sollecitazioni.
    • Nuova pompa di recupero dell’olio con 2 rotore da 12 mm al posto del singolo da 16 dotato dal modello precedente.
    • Nuova base del filtro aria con superficie raddoppiata rispetto al modello precedente.
    • Il cambio è ora dotato di sensore di posizione che permette l’uso di tre mappe di accensione specifiche per 1°-2°, 3°-4° e 5 marcia.
    • Nuovo impianto di scarico con collettori di diametro maggiore con sdoppiatore differente rispetto al modello precedente. I silenziatori sono dotati di fondelli in carbonio.
    • Launch control sviluppato da HRC a 3 livelli, azionabile per mezzo del tasto di avviamento situato sul lato destro del manubrio, tenendo premuta la frizione (Livello 3: 8.250 giri/min, fondo fangoso - Livello 2: 8.500 giri/min, fondo asciutto scivoloso - Livello 1: 9.500 giri/min, fondo asciutto con aderenza).
    • Rimane il sistema EMSB (Engine Mode Select Button) che permette di scegliere la mappatura del motore: la mappa 1 è la più aggressiva nella risposta al comando del gas; la mappa 2 offre una risposta più dolce, utile quando il pilota è stanco o per i tratti a scarsa aderenza; la mappa 3 invece è ancor meno aggressiva ed è studiata appositamente per le condizioni estreme come mulattiere impegnative e i sempre più presenti “extreme test”.
    CICLISTICA
    • Il design del telaio a doppia trave è stato e alleggerito attorno alle piastre del perno del forcellone.
    • Il forcellone è stato rimodellato, è più leggero e presenta una riduzione della rigidità per migliorare trazione e sensibilità.
    • Le pedane ora impiegano una struttura interna per eliminare il fango a 4 traversine (anziché 6).
    • Nuovo trattamento “super finish” sull’ammortizzatore che combinato al nuovo rapporto del Pro-Link, ammorbidisce la risposta della sospensione posteriore.
    • Nuova taratura più morbida della forcella Showa da 49 mm a molla.
    • La piastra superiore presenta due posizioni per il supporto che permettono di spostare il manubrio in avanti e indietro di 26 mm. Ruotando il supporto di 180 gradi, il manubrio può essere spostato di altri 10 mm dalla posizione di base, offrendo quindi in totale quattro posizioni di guida.
    • La nuova pinza freno anteriore ha i due pistoncini di diametro differenziato, 30 e 27 mm (rispetto alla precedente con 2 pistoncini da 27 mm), ciò la rende più leggera e riduce l’allungamento della corsa negli impieghi più gravosi, migliorando sensibilità e potenza frenante.
    • Nuovi cerchi DID Dirt Star di colore nero.
    • Gli pneumatici sono i Metzeler Six Days Extreme, gli stessi che vengono utilizzati dal Team Honda Ufficiale.
    • Nuovo serbatoio da 7,3 litri di colore bianco, che permette di controllare a colpo d’occhio il livello del carburante.
    • Nuova mascherina portafaro a LED.
    • Nuovo parafango posteriore racing.
    • Nuovi parasteli forcella più protettivi e nuove grafiche completano la dotazione di serie.

    CRF 400RX Enduro

    La CRF 400RX Enduro ricalca perfettamente le caratteristiche tecniche della sorella maggiore da cui deriva. Su questo modello RedMoto è intervenuta sul motore sostituendo il gruppo termico originale (cilindro, pistone e guarnizioni) con uno del diametro di 92 mm per raggiungere la cilindrata di 413 cc. Il pistone racing a bassa compressione rende l’erogazione più dolce e sincera a tutti i regimi di giri. Cilindro, pistone e guarnizioni sono realizzati da Athena su disegno esclusivo di RedMoto.

    CRF 250RX Enduro

    La CRF250RX Enduro è dotata di un serbatoio da 7,3 litri e set-up delle sospensioni dedicato. Le mappature della centralina sono progettate per un'erogazione di potenza più graduale con una eccellente erogazione di coppia ai bassi regimi. Nuova pinza freno anteriore con relativa tubazione, nuovo manubrio Renthal Fatbar regolabile e sistema Launch Control HRC a 3 livelli.
    MOTORE

    • Il corpo farfallato ha un diametro di 44 mm, 2 mm in meno rispetto al modello cross del 2018, per accelerare il flusso d'aria ai bassi regimi.
    • I condotti di aspirazione e scarico sono stati rimodellati e anche il profilo della camma di chiusura delle valvole di scarico è stato ridotto di 2° per garantire una coppia migliore.
    • Il collettore di scarico discendente destro è più corto di 50 mm per mantenere la potenza massima.
    • Le valvole sono in titanio: da 33 mm quelle di aspirazione e 26 mm quelle di scarico. Anche sulla CRF250RX Enduro il getto dell’olio del pistone è a 5 fori, per un raffreddamento ottimale.
    • La CRF250RX condivide il nuovo motore 2019 con la sorella da cross, ma presenta mappature di accensione e alimentazione riviste per un'erogazione di potenza graduale e più gestibile sui diversificati fondi tipici dell’enduro.
    • Anche la CRF 250RX Enduro è dotata di launch control sviluppato da HRC a 3 livelli, azionabile per mezzo del tasto di avviamento situato sul lato destro del manubrio, tenendo premuta la frizione. Livello 3: 8.250 giri/min, fondo fangoso; Livello 2: 8.500 giri/min, fondo asciutto scivoloso; Livello 1: 9.500 giri/min, fondo asciutto con aderenza.
    • Rimane il sistema EMSB (Engine Mode Select Button) che permette di scegliere la mappatura del motore che per la 250RX Enduro è configurata come segue: la mappa 1 utilizza la combinazione di default per accensione e iniezione e risulta essere la più equilibrata nell’erogazione; la mappa 2 offre una risposta più dolce, utile quando il pilota è stanco o per i tratti a scarsa aderenza; la mappa 3 è aggressiva, la più sportiva, con una combinazione di potenza e coppia sempre reattiva.
    CICLISTICA
    • La CRF250RX condivide con la CRF250R 2019 anche telaio, sospensioni, freni, con, in più, set-up dedicati all’utilizzo cui è destinata.
    • Rispetto al modello cross, l’inclinazione del cannotto di sterzo e l’avancorsa cambiano leggermente, e sono impostati a 27,3°/115mm, invariato invece l'interasse di 1.486 mm.
    • La piastra superiore presenta due posizioni per il supporto che permettono di spostare il manubrio in avanti e indietro di 26 mm. Ruotando il supporto di 180 gradi, il manubrio può essere spostato di altri 10 mm dalla posizione di base, offrendo quindi in totale quattro posizioni di guida.
    • La nuova pinza freno anteriore ha i due pistoncini di diametro differenziato, 30 e 27 mm (rispetto alla precedente con 2 pistoncini da 27 mm), ciò la rende più leggera e riduce l’allungamento della corsa negli impieghi più gravosi, migliorando sensibilità e potenza frenante.
    • Nuovi cerchi DID Dirt Star di colore nero.
    • Gli pneumatici sono i Metzeler Six Days Extreme, gli stessi che vengono utilizzati dal Team Honda Ufficiale
    • Nuovo serbatoio da 7,3 litri di colore bianco, che permette di controllare a colpo d’occhio il livello del carburante.
    • Nuova mascherina portafaro a LED
    • Nuovo parafango posteriore racing
    • Nuovi parasteli forcella più protettivi e nuove grafiche

    CRF 300RX Enduro

    La nuova CRF 300RX Enduro deriva dalla più piccola CRF 250R Enduro. RedMoto è intervenuta sul motore incamiciando il cilindro originale per portarlo dai 79 mm di diametro agli 86 mm mantenendone invariata la corsa di 50,9 mm. Ne risulta quindi una cilindrata di 295,50cc Per quanto riguarda il pistone forgiato ad alta compressione del modello 300 è stato studiato in collaborazione con Vertex che si occupa anche della fornitura delle guarnizioni.

    Disponibilità e prezzi della nuova gamma enduro Honda RedMoto 2019 verrà comunicata nel corso del mese di settembre.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Sposta