Marco Gualdani
16 September 2022

Honda: "È stato Roczen a rifiutare l'offerta"

HRC risponde all'intervista rilasciata da Roczen, chiarendo alcuni aspetti. Secondo loro è stato il tedesco a scegliere di non continuare, confermando la sua presenza al Mondiale Supercross, conflittuale con i partner della Honda. Ecco la loro dichiarazione

1/5

Dopo l'intervista di Ken Roczen rilasciata a James Stewart in cui annunciava di essere costretto a trovare una nuova sistemazione per le prossime gare, la Honda ha voluto chiarire il suo punto di vista, lasciando la responsabilità della decisione allo stesso pilota, reo di aver accettato di partecipare alle prime due gare del Mondiale Supercross. Ecco la risposta integrale della HRC:

“Ci piace molto lavorare con Ken e ci è piaciuto averlo nel nostro team negli ultimi sei anni. Abbiamo un grande rispetto per la velocità e il talento che dimostra regolarmente in pista e ancor di più per il cuore e la dedizione che ha dimostrato al ritorno da gravi battute d'arresto. Alla luce dei recenti commenti, però, abbiamo sentito la necessità di chiarire un paio di punti. Non vedevamo l'ora di continuare con Ken nel 2023 e di recente gli abbiamo fatto un'offerta per un'estensione del contratto. Quell'offerta non è mai stata revocata, ma è stata rifiutata da Ken e dal suo entourage. È vero che l'offerta includeva una clausola per cui Ken non avrebbe dovuto gareggiare in una Serie che si è posizionata come concorrente diretto dei nostri partner di Supercross e Motocross. Riteniamo importante supportare i nostri partner e trattare tutti i nostri piloti allo stesso modo. Detto questo, la nostra stima e il nostro apprezzamento per Ken sono più forti che mai e non saranno alterati dal fatto che le nostre priorità non si allineano su questo tema".

I video di Motociclismo Fuoristrada

Guarda tutti i video di Motociclismo Fuoristrada >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA