Kawasaki cambia il team factory in MXGP

Annunciata la fine del rapporto a fine stagione con l’attuale struttura, a cui potrebbe subentrare il team Ice One di Kimi Raikkonen

Dopo 13 anni di collaborazione con il team “MX ESCA” di Thierry Chizat-Suzzoni, Kawasaki Motors Europe ha annunciato che il 2021 sarà l’ultima stagione nel Mondiale MXGP con la struttura francese. In questi anni Kawasaki è crescita molto ed è stata capace di dare un seguito al lavoro iniziato da Jan De Groot. Ricordiamo, tra le altre cose, la partecipazione di Villopoto al Mondiale del 2015 e i successi iridati sfiorati da Paulin e Pourcel, oltre al podio iridato del 2018 di Desalle.

Ora però si volta pagina e si aprono vari scenari sul mercato, in abbinamento alla voce sempre più insistente di un profondo cambiamento dell’asset dei tre marchi austriaci GASGAS, Husqvarna e KTM. Pare infatti che non saranno più sei le strutture coinvolte (tra MX2 e MXGP), ma saranno dimezzate: KTM sarà gestita dal team interno (quello che oggi si occupa di Herlings e Vialle), Husqvarna passerebbe in toto a Nestaan, mentre De Carli si vestirebbe di rosso GASGAS.

Detto questo, non è così impossibile considerare la faraonica struttura Ice One di Kimi Raikkonen come la più valida alternativa per gestire le Kawasaki, dopo la separazione (ancora non annunciata) da Husqvarna. Per Raikkonen si tratterebbe di un ritorno al passato; le prime esperienze come team nel Mondiale erano state fatte proprio con le KX di Akashi.

Quel che è certo è che per il mercato del motocross sarà un’estate calda, con tanti piloti di vertice in scadenza di contratto e molte squadre a caccia di una nuova sistemazione.

I video di Motociclismo Fuoristrada

Guarda tutti i video di Motociclismo Fuoristrada >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA