Marco Gualdani
11 November 2022

Kove: la prima 450 cinese che correrà la Dakar

Al padiglione 22 è stata esposta una 450 da rally pronta per correre la Dakar 2023 con tre piloti con passaporto cinese. La Kove 450 Rally sarà la prima moto del far est a partecipare ufficialmente al raid più duro del Mondo, prima di essere distribuita in tutto il mondo, in una doppia versione. Esposto anche un prototipo da cross da 250 cc

1/8

Per la prima volta il marchio Kove ha esposto i suoi prodotti a Eicma, di certo senza passare inosservato. Oltre alla gamma stradale, tra cui emergono le versioni Adventure con motori a due cilindri di media cilindrata, hanno catturato l'attenzione una 450 Rally (proposta in due versioni) e un prototipo da cross da 250 cc a 4 tempi. Il progetto più concreto è quello legato alla rally, che addirittura parteciperà alla Dakar 2023 con tre piloti cinesi, selezionati dopo una lunga e serrata scrematura che ha visto presentarsi ben 250 piloti. L'obiettivo è quello di arrivare al traguardo.

La cosa interessante di questa Kove è che gran parte delle componenti vengono prodotte in casa, tra i due stabilimenti di Chongqing e Chengdu: motore, telaio e persino sospensioni sono progettate e realizzate internamente, con il team di sviluppo che rappresenta il 25% del personale totale. Non ce ne voglia il buon Gastone Serafini, ma il concetto di base ricorda molto quello della mitica TM Racing. Anche perché il suo fondatore Zhang Xue è un dirompente personaggio che si presenta come pilota e meccanico ancor prima che imprenditore. La sua passione verso il fuoristrada lo sta portando a tentare quello che nessuno prima di lui aveva fatto: correre la Dakar con un prodotto cinese, con l'ambizione di commercializzarlo poi in tutto il Mondo.

La 450 Rally sfrutta un telaio in acciaio perimetrale dedicato ed è spinta da un motore con distribuzione bialbero da 450 cc capace di erogare oltre 54 CV dichiarati. Ha due serbatoi (uno anteriore e uno posteriore) da 31 litri e un peso di 145 kg a secco. Allo stand è stata esposta anche una versione "stradale" della 450 Rally caratterizzata da una minore compressione, potenza (6 CV in meno circa), corsa sospensioni e con l'assenza di strumentazione necessaria ad affrontare i rally (torretta, road book ecc). La differenza è anche nel prezzo con la base che potrebbe attestarsi intorno ai 10.000 euro e la Rally poco sopra i 15.000 euro. Le moto potrebbero essere disponibili sul mercato italiano addirittura alla prossima primavera.

la cross MX250

1/4

Oltre alla Rally, allo stand è stata esposta anche una inedita moto da cross da 250 cc a 4 tempi, la Kove MX250. Le linee delle plastiche sono originali, al pari della struttura del telaio perimetrale in acciaio, mentre il motore sembra essere ispirato dal bialbero che equipaggia la CRF250R, con tanto di batteria alloggiata alle spalle della testa. In ogni modo è un prodotto realizzato totalmente in casa, come la Rally con motore e ciclistica (comprese le sospensioni) marchiati Kove. I pochi dati dichiarati ci parlano di una potenza di oltre 40 CV e soprattutto di un peso di 95 kg a secco, vero pallino del proprietario Xue. Per il momento quello del motocross è un progetto totalmente agli albori, ma che ha suscitato un grande interesse al punto che sono arrivate le prime proposte per schierare la MX250 a qualche evento internazionale già nel 2023. Ma non c'è fretta; il primo passo di una Casa cinese nel fuoristrada è stato fatto. Sarà interessante capire il potenziale dinamico di questi mezzi, che non danno più l'impressione di essere modelli "cheap".

I video di Motociclismo Fuoristrada

Guarda tutti i video di Motociclismo Fuoristrada >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA