KTM cross 2023: 4T tutte nuove, 2 tempi a iniezione. E c'è un'inedita 300!

La gamma 2023 SX e SX-F di KTM cambia completamente; sulle 4 tempi arriva un nuovo telaio, nuovi motori e accessori inediti come il quickskifter. Ma a sorprendere sono le 2 tempi, che abbandonano il carburatore per un sistema a iniezione, senza miscelatore. E alle 125 e 250 si aggiunge un'inedita 300! Ecco caratteristiche e prezzi dei MY 2023

1 di 7

KTM 300 SX 2023

KTM 450 SX-F 2023

Dopo averle viste in mano ai piloti ufficiali in USA e al Mondiale e aver analizzato le versioni Factory per i mercato americano a gennaio, finalmente sono uscite tutte le informazioni sulle KTM cross 2023! Quella che sta per arrivare è una vera rivoluzione, sia dal punto di vista tecnico, sia del mercato. KTM rinnova la sua gamma 4 tempi andando ancora più a caccia di potenza e guidabilità e gli affianca tre moto a 2 tempi altrettanto rinnovate, anzi forse anche di più. A sorpresa, le 2T non hanno più il carburatore, ma sono alimentate a iniezione elettronica, con un nuovo sistema profondamente diverso dal TPI che viene sfruttato in enduro. Qui ci sono ancora due iniettori, ma non più ai lati del cilindro, ma accoppiati sotto al corpo farfallato e alloggiati a testa in giù. Con un sensore nel travaso posteriore a tenere sotto controllo la pressione interna. Un'altra curiosità è l'assenza del miscelatore elettronico; la miscela verrà fatta direttamente dal pilota nella tanica, come un tempo. Terza innovazione sui 2T cross, è l'arrivo dell'avviamento elettrico, su tutti e tre i modelli (compresa la 125). Tre modelli, sì, perché a fianco delle classiche 125 e 250, KTM lancia una inedita 300 2T. Una cilindrata trasversale per il motocross che fino a oggi si trovava soltanto nel listino della TM Racing. Una novità che non vediamo l'ora di provare. Per poter vedere in azione le nuove KTM 2023 si dovrà aspettare ancora qualche settimana.

Qui vi diciamo come sono fatte e quanto costano.

2 TEMPI A INIEZIONE

1/3

KTM 125 SX

La gamma 2 tempi 2023 vede a fianco della confermata 125 SX e della sempre popolarissima 250 SX, una new entry: la 300 SX da schierare nella classe Open.

KTM 300 SX
La più potente arma a 2 tempi nell’arsenale KTM è ora la 300 SX, che introduce un nuovo livello di potenza di fuoco nella classe MX Open. Dedicata ai piloti che cercano la massima potenza con il minor peso possibile, la 300 SX 2023 offre semplicità e bassi costi di manutenzione. Con più di 57 CV (all'albero) in un peso di appena 23,9 kg, il suo motore fissa il nuovo riferimento in termini di rapporto peso/potenza ed è stato progettato per offrire più coppia di qualunque motore precedente, senza perdere il suo carattere e la rapidità nel prendere giri tipica del 2T.

INIEZIONE ELETTRONICA

Per la prima volta, la gamma KTM SX riceve su tutti i modelli l’iniezione elettronica della miscela.

Il sistema è stato sviluppato congiuntamente con Keihin e vede un corpo farfallato da 39 mm. A gestire la carburazione collabora la centralina specifica di Vitesco Technologies, che controlla il corpo farfallato Keihin in modo da realizzare in ogni momento il mix aria-miscela ottimale analizzando costantemente la temperatura dell’aria, del liquido refrigerante, la pressione ambiente, la pressione nella camera di manovella, i giri motore e la posizione della farfalla.

I due iniettori di nuova concezione contribuiscono a ottenere una combustione ottimale, producendo una nebulizzazione di carburante più fine – tecnicamente si parla di miglior diametro medio di Sauter (SMD) – che si traduce in un’accensione più regolare e pulita e minor rilascio di incombusti.


PACCO LAMELLARE

Il pacco lamellare ha ricevuto un importante aggiornamento strutturale, con nuovi deflettori in plastica sulla parte esterna che sigillano meglio l’intero tratto di aspirazione. Questo nuovo layout previene gli eccessi di combustibile nelle salite e discese più ripide, evitando che il motore funzioni troppo magro o troppo grasso. Le lamelle in carbonio del pacco sono sempre fornite da Boyesen.

Nuova valvola allo scarico elettronica sulle 2 tempi 2023

VALVOLA ALLO SCARICO ELETTRONICA

Con l’introduzione dell’iniezione elettronica, anche la valvola allo scarico viene controllata elettronicamente in funzione della posizione della farfalla e del regime motore. Grazie all’auto-calibrazione scompare il rischio di regolazione scorretta della valvola, visto che la centralina calcola autonomamente la sua posizione ottimale a ogni istante.

SCARICO

La gamma KTM SX 2023 si giova di una marmitta dalla forma più compatta nel primo tratto, che offre una maggior luce a terra riducendo il rischio di danneggiamento nei canali profondi o nell’impatto con oggetti esterni. Anche il silenziatore, sempre realizzato a partire da leggero alluminio e rifinito con una verniciatura nera premium, beneficia di una riduzione degli ingombri.


MAPPE MOTORE
L’introduzione della valvola allo scarico e dell’iniezione controllate elettronicamente ha reso possibile realizzare diverse mappe motore, che sono controllate in modo semplice e pratico dal selettore al manubrio. La mappa 1 è quella standard e corrisponde a un’erogazione più morbida, lineare e prevedibile; la mappa 2 è più aggressiva, con una risposta immediata al comando del gas e un’erogazione più pronta ed esplosiva.


AVVIAMENTO ELETTRICO
Un’altra novità sulla gamma KTM SX 2023 è l’avviamento elettrico, comandato dal pulsante Start/Stop ridisegnato posto sul lato destro del manubrio.

Il motorino di avviamento lavora senza alberi intermedi, in modo da risparmiare peso e consentire un layout compatto per ogni motore, con una integrazione perfetta e la massima protezione da sporco e detriti. La ricerca del risparmio di peso si è spinta fino a optare per una leggerissima batteria a ioni di litio da 12,8 V e 2 Ah collocata sotto la sella, vicino al baricentro.

4 TEMPI CON CAMBIO ELETTRONICO

1/4

KTM 250 SX-F 2023

Motore 250 4 tempi 2023

La gamma 4 tempi KTM SX-F 2023 si compone ancora una volta di tre modelli: la regina degli alti regimi 250 SX-F, l’ammazza-giganti 350 SX-F e il top di gamma 450 SX-F. Sebbene ogni cilindrata della gamma SX-F 2023 abbia ricevuto importanti upgrade, lo sviluppo principale è probabilmente la nuova posizione del motore all’interno del telaio.

Il motore della 450 SX-F offre una potenza massima di oltre 63 CV in un peso totale di soli 26,8 kg – circa 300 grammi meno della generazione precedente. I tecnici KTM hanno collocato il propulsore ancora più vicino al baricentro, ruotandolo indietro di 2°, migliorando nettamente la dinamica di guida e la maneggevolezza.

La KTM 250 SX-F 2023 adotta ora un motore più compatto, con altezza totale ridotta di 8 mm per migliorare ancora la centralizzazione delle masse e ridurre il peso. Il risultato è un motore dalle prestazioni e dall’allungo straordinari, con una potenza massima di oltre 47 CV e il limitatore posto a 14.000 giri/min, per un peso complessivo di soli 26,11 kg.

I coperchi valvole di tutta la gamma KTM SX-F 2023 hanno visto una riduzione nel numero di viti di montaggio, ora due, oltre a prevedere un singolo getto d’olio che continua ad assicurare un raffreddamento efficiente pur mantenendo basso il peso.

MANUTENZIONE

Le uscite di scarico per i fluidi e i simboli (▲) riportati sul motore indicano chiaramente dove usare guarnizioni, rendendo la manutenzione più semplice e più accessibile a piloti di diverso livello. I punti di blocco per la camma catena semplificano invece gli interventi sulla distribuzione.

TESTA


KTM 450 SX-F

La testa monoalbero ridisegnata è incredibilmente compatta e leggera, con un profilo basso e l’asse a camme posizionato il più vicino possibile al baricentro. Le leggere valvole sono attuate da un bilanciere. Il diametro delle valvole di aspirazione è di 40 mm, mentre quelle di scarico misurano 33 mm. I condotti di aspirazione ridisegnati migliorano il coefficiente di flusso.


KTM 350 SX-F

Interamente ridisegnata, la testa bialbero della 350 SX-F prevede bilancieri a dito rivestiti DLC (Diamond-Like Carbon) per avere attriti minimi e prestazioni ottimali. I bilancieri azionano valvole in titanio (36,3 mm aspirazione e 29,1 mm scarico) che al regime massimo raggiungibile di 13.400 giri/min si aprono e chiudono più volte al secondo per inviare alla camera di combustione la miscela aria/benzina ideale. La nuova valvola di scarico da 29,1 mm è figlia del nuovo progetto fluidodinamico, e ottimizza l’efflusso dei gas combusti rispetto all’apertura della valvola in perfetta armonia con il nuovo profilo della camma di scarico.


KTM 250 SX-F

Anche la testa bialbero del motore 250 è stata completamente ridisegnata e anche lei prevede bilancieri a dito rivestiti DLC (Diamond-Like Carbon) che azionano valvole in titanio da 32,5 mm per l’aspirazione e 27,5 mm per lo scarico. Queste ultime sono il risultato delle nuove misure di alesaggio e corsa e delle minori dimensioni dei condotti di aspirazione. La fasatura delle valvole è stata adattata alle nuove misure delle valvole stesse e al nuovo albero a camme riprogettato.

Il cilindro di 81 mm di alesaggio e 48,5 mm di corsa (MY22 = 78/52,3 mm) ospita un pistone forgiato estremamente leggero (150 g) di tipo bridged-box. Questa nuova combinazione “superquadra” porta il rapporto di compressione a 14,5:1, per una maggiore coppia e prestazioni senza pari.

Per migliorare la manutenzione e le operazioni sul motore, il ponticello di fissaggio della bronzina è avvitato e aumenta la rigidezza. Inoltre, la guarnizione della testa ha una conformazione di tipo ‘stopper’, che riduce le oscillazioni della tenuta causate dalla spinta dei gas anche nelle condizioni più estreme.

CAMBIO
Il leggero cambio a 5 rapporti realizzato da Pankl Racing Systems è stato riprogettato per assicurare i massimi livelli di durata e di affidabilità. La revisione si è concentrata su un selettore ottimizzato in termini di peso, per ridurre la forza necessaria agli innesti.

Il nuovo telaio delle 2 tempi

IL NUOVO TELAIO

Il nuovo telaio delle 4 tempi

TELAIO
Il telaio in tubi di acciaio idroformati, tagliati al laser e saldati da robot ha ricevuto importanti aggiornamenti per migliorare la dinamica di guida, l’effetto anti-squat del retrotreno e la stabilità complessiva.

A queste qualità contribuiscono anche il riposizionamento delle masse rotanti all’interno del telaio e l’inedito complesso di sterzo forgiato, combinato a un nuovo supporto del monoammortizzatore che non è più fissato direttamente al telaio.

Lo spessore dei tubi del telaio è stato aumentato e contribuisce ad incrementare l’affidabilità e la rigidezza specifica in aree particolarmente stressate, come il cannotto di sterzo e i supporti del mono; sulla gamma 2 tempi 2023, i nuovi supporti motore paralleli migliorano poi il comportamento flessionale del telaio.

Un importante punto di forza del nuovo telaio è la nuova posizione dei supporti pedane. Questi sono stati spostati verso l’interno, riducendo il rischio di toccare nei canali profondi o quando si salta scrubbando. La dimensione complessiva delle pedane è stata per contro aumentata del 26%, disegnandole con l’aiuto di sistemi di calcolo allo stato dell’arte come la Finite Element Analisys (FEA), che riproduce con precisione il comportamento degli elementi meccanici soggetti a forze, vibrazioni, calore e altri fenomeni fisici.

Il telaio delle KTM SX ed SX-F 2023 è finito con una verniciatura a polvere nera e un trattamento superficiale opaco resistente all’usura. Inoltre, le protezioni telaio nere, previste di serie, adottano una nuova texture per aumentare il grip, assicurando un livello superiore di protezione, durata e controllo.

TELAIETTO IN ALLUMINIO RINFORZATO CON POLIAMMIDE

Con soli 1,815 kg, il nuovo telaietto realizzato in due pezzi di alluminio e rinforzato con poliammide offre un risparmio di peso impressionante. La sua rigidezza è stata accuratamente calcolata con l’aiuto della FEA, ottenendo una dinamica di guida e un feeling straordinari senza alcun compromesso in termini di robustezza e affidabilità.

La forma del telaietto è stata anche studiata per ospitare in modo ordinato tutta l’elettronica di bordo, mantenendola al sicuro, all’asciutto e in un punto dove non creasse intralcio.


FORCELLONE

Il nuovo forcellone cavo in alluminio pressofuso è stato progettato con l’obiettivo di avere rigidezza e affidabilità ottimali al peso più basso possibile. La sua forma è stata ottimizzata per ottenere le rigidezze desiderate, mentre un processo di fusione migliorato ha consentito di ridurre il peso di circa 190 grammi. Per sposarsi al meglio con le nuove caratteristiche della ciclistica, è previsto un nuovo perno ruota posteriore da 22 mm.

Il paracatena e la slitta catena sono stati ridisegnati allo scopo di migliorare la durata e ridurre sia il rischio di agganciare gli stivali o oggetti esterni, che l’accumulo di detriti nella zona del forcellone e della catena stessa.

CANNOTTO DI STERZO E PIASTRE FORCELLA
Il cannotto di sterzo 2023 adotta una nuova tenuta monopezzo della testa di sterzo, che consente un montaggio più semplice in caso di sostituzione o manutenzione e offre un’affidabilità nettamente migliore. Le nuove piastre della forcella realizzate in alluminio ad alta resistenza e lavorate CNC determinano una rigidezza ottimale dell’asse di sterzo, un perfetto allineamento dei foderi forcella e una precisa geometria del fissaggio per garantire stabilità, reattività e fluidità di funzionamento della sospensione anteriore.

I riser manubrio ridisegnati con ottimizzazione topologica vantano una maggior superficie di serraggio, così da mantenere più stabile il manubrio pur avendo lo stesso peso della generazione precedente. Consentono inoltre di montare sia supporti con elastomeri, che riducono le vibrazioni trasmesse al pilota, sia supporti fissi più rigidi e precisi nel controllo dello sterzo.

La forcella resta una WP XACT ad aria

SOSPENSIONI

Molto diverso il mono WP XACT con regolazioni manuali

FORCELLA WP XACT AD ARIA

La forcella XACT da 48 mm guadagna nuovi tamponi idraulici (hydrostop), che migliorano il comportamento a fine corsa aumentando la progressione della forza smorzante negli ultimi 40 mm di affondamento. In questo modo la forcella riesce a lavorare più bassa nella prima fase di accelerazione dopo un atterraggio duro.

Lo schema con funzioni separate impiega una molla ad aria incapsulata e una camera olio pressurizzata sui due steli, per offrire uno smorzamento progressivo e costante nel tempo. I bypass di olio e aria riducono i picchi di pressione e offrono al pilota un feedback e un comfort eccezionali.

Gli ingegneri di WP hanno rielaborato la taratura della forcella su tutti i modelli, per dare una sensazione di maggior equilibrio.

La pompa aria necessaria a regolare la pressione, e quindi la rigidezza della molla equivalente, è fornita di serie.

MONOAMMORTIZZATORE WP XACT

Il layout completamente nuovo del monoammortizzatore ha portato a una riduzione della lunghezza e del peso rispetto alla generazione precedente: il tutto senza variare l’escursione ruota (che resta di 300 mm) e con un’enfasi sulla facilità di regolazione, che non richiede l’utilizzo di strumenti o lo smontaggio di altri componenti.

Un nuovo pistone principale ottimizzato con la CFD migliora il comfort, mentre il nuovo dimensionamento dei passaggi per l’olio consente alle lamelle di aprirsi più facilmente, riducendo gli sforzi viscosi associati al fluire dell’olio e la pressione sulle lamelle stesse, per un funzionamento complessivamente più fluido.

Completato dalle tenute a basso attrito SKF per il leveraggio, questo nuovo ammortizzatore WP XACT offre caratteristiche di smorzamento avanzate, per una trazione e una sensibilità senza pari. Il sistema di bilanciamento della pressione al suo interno assicura uno smorzamento costante, che regala al pilota un comfort e un feeling alla guida di livello superiore.

Il nuovo design del monoammortizzatore e la sua geometria hanno migliorato la distanza da terra del link, rendendolo meno suscettibile di contatti col terreno e possibili danni.

Le regolazioni si possono ora effettuare a mano con il pomello per la doppia regolazione in compressione, che consente di variare facilmente e rapidamente la risposta alle alte e basse velocità. Insieme al registro dell’estensione ridisegnato, anch’esso azionabile a mano, consente a ogni pilota di regolare il mono senza attrezzi e senza bisogno di avere un tecnico a disposizione.

Sul nuovo mono è stato introdotto anche un nuovo registro del precarico, che migliora la resistenza allo sporco e alla polvere, con una nuova ghiera molla realizzata in due pezzi, che consente di montare più rapidamente la molla senza disassemblare il mono.

Nuovo design delle plastiche

SOVRASTRUTTURE E GRAFICHE

ERGONOMIA
A integrazione della collaudata triangolazione sella-pedane-manubrio sono stati apportati numerosi aggiornamenti, per migliorare il contatto delle ginocchia soprattutto nella guida in piedi. Questo, insieme alle plastiche più estese nelle zone di contatto con il corpo, migliora il controllo, la confidenza e la maneggevolezza complessiva.

La sella dal profilo piatto ha un nuovo rivestimento arancione ad alto grip. La nicchia nascosta nella zona inferiore, appena sopra l’airbox, consente l’afflusso di aria pulita oltre ad essere un elemento integrante del design delle moto, che sottolinea l’estrema leggerezza della gamma SX / SX-F.

Le nuove linee del parafango anteriore incorporano piccole “pinne” che in condizioni di bagnato offrono risultati eccezionali nello scaricare e deviare lo sporco e il fango lontano dai radiatori e dal pilota.

GRAFICHE

Prendendo ispirazione dai primi anni ’90, i designer KTM hanno usato il viola come colore caratteristico, per richiamare gli anni in cui proprio questo colore era la tonalità caratteristica delle moto di Mattighofen. Il look complessivo resta comunque dominato dall’arancione, applicato usato la collaudata e durevole tecnologia del co-stampaggio.


SERBATOIO
Il nuovo serbatoio in polietilene da 7,2 litri incorpora un tappo filettato e una pompa benzina integrata. Quest’ultima prevede una tubazione esterna, posizionata in modo da essere meno esposta e suscettibile al danneggiamento e assicurando un flusso costante e ininterrotto di carburante.

AIRBOX

Grazie ai condotti di ammissione posizionati in modo da evitare deformazioni dovute alla pressione, l’airbox dei modelli 2023 assicura il massimo flusso di aria e la massima protezione del relativo filtro in ogni condizione. Come sui model year precedenti, quest’ultimo è accessibile senza attrezzi, rimuovendo il pannello laterale sul lato sinistro.

La facilità di manutenzione è assicurata dal filtro Twin Air e dal disegno del supporto, che prevede un montaggio a prova di errore per un'installazione accurata e sicura del filtro stesso. Come sempre, una seconda cover airbox traforata per aumentare il flusso dell’aria è fornita di serie per tutti i modelli sia SX che SX-F.

I PREZZI DELLE 2023

125 SX__________ 9.550 euro

250 SX__________ 10.200 euro

300 SX__________ 10.680 euro

250 SXF_________ 10.850 euro

350 SX-F________ 11.250 euro

450 SX-F________ 11.500 euro

MINICROSS

50 SX__________ 4.500 euro

50 SX Mini_____ 4.400 euro

65 SX__________ 5.400 euro

85 SX 17/14____ 6.570 euro

85 SX 19/16____ 6.570 euro

SX-E 5_________ 5.850 euro

I video di Motociclismo Fuoristrada

Guarda tutti i video di Motociclismo Fuoristrada >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA