Beppe Cucco - 22 luglio 2019

Maggiora, si va verso la riapertura

Il progetto per la ripresa dell’attività del Maggiora Park è giunto all’ultima fase di approvazione. In seguito potranno iniziare i lavori per la riapertura dell’impianto, prevista per la primavera 2020

1/4

Due anni e mezzo dopo il sequestro dell’area per irregolarità strutturali ecco la notizia che tutti gli appassionati aspettavano: Maggiora Park è al lavoro per arrivare al traguardo più importante ed atteso, l’ottenimento del parere favorevole per la ripresa dell’attività.

Questo è stato possibile grazie a “A Sport Group”, la società unipersonale di Stefano Avandero subentrata a Schava appena dopo il sequestro, che ha presentato un nuovo progetto completamente riesaminato in ogni dettaglio, da sottoporre alla procedura di V.I.A. (Valutazione di Impatto Ambientale). Dopo mesi e mesi di lavoro la procedura di V.I.A. si sta avviando alla conclusione e si confida in un prossimo giudizio finale positivo sulla compatibilità ambientale di quanto proposto.

Si attende, dunque, la decisione della Provincia, che emetterà il provvedimento conclusivo nel quale saranno indicate le varie prescrizioni; solo in seguito la società potrà dare inizio all’attuazione dei programmi e dei lavori previsti per la messa a norma dell’impianto e delle relative strutture.

L’obiettivo è quello di poter riaprire il Maggiora Park nella tarda primavera del 2020 con una struttura permanente per la pratica della mountain bike, sia tradizionale che e-bike. A questo proposito sono già avviate delle trattative per ospitare già nel 2020 eventi dedicati alle e-Mtb a livello internazionale, con concrete prospettive di potere ambire anche all’organizzazione di una prova del nascente Campionato del Mondo.

1/4

A questa attività continuativa si affiancherà, come in precedenza, quella temporanea legata all’organizzazione di singoli eventi sportivi di motocross, limitata a pochi eventi nell’arco della stagione. Tra le possibilità il ritorno a Maggiora del Gran Premio d’Italia, prova del Campionato del Mondo FIM di Motocross che, come da ultimi accordi con il promoter, sarà inserita nel calendario iridato tra la primavera e l’estate 2020.

La riapertura dell’impianto è un traguardo inseguito da A Sport Group con l’ausilio del Comune di Maggiora, dalla Provincia di Novara, della Federazione Motociclistica Italiana, della Federazione Motociclistica Internazionale, di Youthstream Group, promoter del Campionato Mondiale di Motocross, e di una lunga serie di associazioni del territorio (Associazione Industriali, Associazioni dei commercianti e molti altri).

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News