di Marco Gualdani - 16 ottobre 2018

Motociclismo FUORIstrada di novembre 2018

Sei 450 da cross si sfidano nella comparativa che decide la migliore della classe regina del fuoristrada. Un confronto tecnologico che contrappone la filosofia austriaca a quella giapponese. E ancora: test Berghem 300 RR proto, comparativa paramani universali, intervista esclusiva a Ricky Carmichael
1/8
1/8

1 di 7
Quella delle 450 cross è la comparativa più importante dell'anno, perché è in questa cilindrata che le Case concentrano le evoluzioni che poi vengono riversate sul resto della gamma. Le novità di Husqvarna, Kawasaki e KTM si confrontano con le aggiornate Honda, Suzuki e Yamaha a suon di salti, curve e scelte tecniche originali.
Comparativa 2019 cross 450
La voglia di sperimentare non si limita alle grandi industrie, ma coinvolge anche i privati, come nel caso del tecnico Rizzi, che ha appena realizzato un prototipo con motore 300 cc a 2 tempi pensato per affrontare la nuova tipologia di enduro che spazia dall'estremo ai cross country, con un telaio su misura e cassa filtro e serbatoio invertiti. La proviamo in anteprima mondiale. Siamo anche saliti in sella ad un altro prototipo, questa volta realizzato per affrontare le piste di motard, la SWM SM 450 R Factory, costruita per l'ufficiale Mauno Hermunen.
Berghem 300 RR proto
I protagonisti dell'immancabile sfida tra gli accessori sono cinque paramani universali, torturati per scoprire il più resistente e il più stabile.
Sfida paramani
Numerose le interviste che spaziano dall'attualità, con tutte le informazioni legate all'abbandono del Mondiale MXGP di TM e tutti i cambiamenti aziendali, a quelle sportive con i nuovi Campioni del Mondo Jeffrey Herlings (cross), Matteo Cavallo (enduro) e Matteo Grattarola (trial).
Max Nagl
Siamo stati anche a casa dell'imbattibile Ricky Carmichael, star del Supercross USA, oggi in pensione, che ci ha riportati indietro nel tempo alle sfide con McGrath, Stewart ed Everts.
Ricky Carmichael
La nostra prova di durata ha portato la KTM 300 EXC TPI a quota 60 ore, per un tagliando importante che ha richiesto la sostituzione di numerose parti meccaniche e l'aggiornamento alla mappatura della centralina.
La la KTM 300 EXC TPI a quota 60 ore
Abbiamo viaggiato tanto anche questo mese, raggiungendo l'osservatorio francese di Chateau Renard, che ci ha mostrato le stelle a 3.000 metri, e tirato l'alba alla decima edizione della Hardalpitour, la prima maratona per bicilindriche. Nella sezione Epoca raccontiamola storia della Guazzoni Matacross 50.
L'osservatorio francese di Chateau Renard
© RIPRODUZIONE RISERVATA