Marco Gualdani
16 September 2022

Roczen e la Honda si separano; ma qualcosa non torna

A sorpresa, il tedesco ha annunciato di essere stato lasciato libero dalla HRC; il motivo sembra essere legato alla sua partecipazione al Mondiale di Supercross di SX Global. Ma le incongruenze sono molte

1/6

Pare che Honda abbia ritirato l'offerta fatta la settimana scorsa a Ken Roczen per il 2023, il che significa che il tedesco è attualmente a piedi. A comunicarlo è direttamente Roczen, nella trasmissione Bubba's World di James Stewart. La motivazione sembra essere legata alla partecipazione di Ken al primo GP dell'inedito Mondiale Supercross, che si correrà a Cardiff sabato 8 ottobre. Roczen si definisce così un "free agent" e aggiunge di essere alla ricerca di un supporto per il 2023. Quanto accaduto è l'ennesima conseguenza di un conflitto sfacciato tra la FIM (che organizza il nuovo Mondiale Supercross assieme a SX Global) e la AMA a cui sono legati i promoter americani Feld Motorsport (Supercross) e Pro Motocross (National), oltre alle squadre ufficiali.

Detto questo, qualcosa non torna. La presenza di Roczen al GP di Cardiff non può essere il motivo per sciogliere un accordo che (stando sempre alle parole di Roczen) Honda ha cercato nei giorni scorsi. La partecipazione del tedesco alla gara di Cardiff è stata ufficializzata ormai mesi fa (1° luglio) e c'era tutto il tempo per gestire la cosa. Roczen aggiunge che teneva in modo particolare a essere presente a quella gara, per poter tornare in Europa e correre un evento davanti ai suoi fan.

Queste le sue parole: "Honda ha deciso di ritirare l'offerta che mi ha fatto un paio di settimane fa, che tra l'altro è stata un'ottima offerta; se avessi pensato solo ai soldi avrei accettato e basta. Ma mi sono impegnato a essere presente a queste gare e non volevo deludere i miei fan; molti non possono permettersi di vedere una gara in USA, quindi per me tornare in Europa e in Australia e abbinare anche un po' un po' di vacanza era un'ottima soluzione. Non volevo deludere i fan, ma la Honda ha ritirato l'offerta; è stato scioccante". Le parole di Roczen sono lodevoli, ma accontentare i fan europei per una sera vale la perdita del contratto con la Honda? A suo dire pure molto soddisfacente? Non è facile da credere.

Cosa succederà adesso? Il braccio di ferro tra FIM e AMA è ormai arrivato a un punto in cui o sei dentro o sei fuori. Considerando quanto accaduto, non ci sarebbe da stupirsi a vedere Roczen al via del Mondiale Supercross... E non più in quello Americano. La Honda, di certo, non ne se dispiace troppo, avendo già pronto Jett Lawrence da affiancare a Chese Sexton sulla 450. Sotto, l'intervista completa di Stewart.

I video di Motociclismo Fuoristrada

Guarda tutti i video di Motociclismo Fuoristrada >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA