Andrea Bruni
31 August 2022

Sei Giorni day 3: Gran Bretagna sempre prima, ma l'Italia non molla

Al giro di boa di questa ISDE, il team inglese cerca di scappare nel Trofeo con i quattro piloti in top 15. Sempre secondi i nostri azzurri, ancora trascinati da un Verona che oggi ha vinto l'assoluta grazie al successo in tre speciali su cinque. Le altre due sono andate a Garcia. Nel Vaso la giovane Italia è sempre in testa

1/8

Andrea Verona, Italia

Nuove speciali, pratoni in erba ancora vergini, boschi e un meteo che prometteva pioggia; sono queste le condizioni che hanno dovuto affrontare i piloti nel terzo giorno di gara di questa 96° Six Days. Sempre cinque le speciali in programma per oggi, tre delle quali vinte da uno strepitoso Andrea Verona (GASGAS).

Dopo la banale scivolata di ieri a quattro curve dalla fine dell'ultima speciale, costatagli la seconda posizione in classifica Assoluta a favore di Nathan Watson (Honda), il pilota vicentino oggi è partito con quel pizzico di cattiveria in più facendo segnare il miglior tempo in 35'52''40. Subito dietro di lui, distaccato di 10'', lo spagnolo Garcia (KTM) vincitore delle rimanenti due speciali; i due fuoriclasse si sono dati filo da torcere ancora una volta, scambiandosi la posizione di testa per oltre sette ore di gara tra le interminabili speciali a Sud di Le Puy en Valey.

In terza e quarta posizione distaccati di una trentina di secondi troviamo il duo inglese formato da Nathan Watson (Honda) e Steve Holcombe (Beta). Con il solido lavoro degli altri due compagni di squadra, entrambi in top 15, la Gran Bretagna consolida la prima posizione nella classifica del Trofeo aumentando il vantaggio di 58'' sull'Italia.

Buon piazzamento degli altri azzurri, Thomas Oldrati (Honda) decimo al traguardo, Alex Salvini (Husqvarna) sedicesimo, mentre ha faticato un po' Samuele Bernardini (Honda), dolorante a una mano dopo aver impattato contro un albero, ventottesimo assoluto.

Scambio di posizioni giù dal podio tra America e Francia, con i transalpini che approfittando di una giornata "no" degli statunitensi guadagnando la quarta posizione nella classifica del Trofeo. Sempre terza la Spagna con un ritardo di 30'' dagli azzurri.

1/2

Classifica Trofeo dopo il day 3

Nel Vaso la squadra Italiana composta da Enrico Rinaldi (GASGAS), Claudio Spanu (Honda) e Morgan Lesiardo (Sherco), continua a guidare la classifica. La squadra finlandese capitanata da Roni Kytonen (Honda) sta dando il meglio di sé quest'anno ed è saldamente al secondo posto a due minuti dall'Italia.

Con tutti i suoi piloti, Kyron Bacon (Yamaha), Korey McMahon (GASGAS) e Blake Hollis (Yamaha), in top 15 di giornata l'Australia balza al terzo posto in classifica ai danni della Gran Bretagna che scende quarta.

A livello individuale, da evidenziare la prestazione del giovane Zachary Pichon (Sherco) che spinto dal tifo di casa chiude quinto Assoluto a 45'' dal nostro portacolori.

Per quanto riguarda la classifica femminile, sono tutte molto vicine ad eccezione di Brandy Richards (KTM) che vola nelle speciali francesi, attualmente si trova intorno alla 90° posizione in classifica generale. La sua connazionale Korie Steede (KTM) chiude il podio in terza posizione, seconda troviamo l'inglese Jane Daniel su Fantic che ha avuto la meglio sulla rivale del Mondiale Enduro GP Maria Badia (Rieju) quarta.

Per quanto riguarda i Club Kevin Cristino (Fantic) è stato il migliore: 2° assoluto tra i Club e 1° della C1 al termine della giornata, ha preceduto Antoine Meo facendo segnare un ottimo 38'33''78. A domani col Day 4.

I video di Motociclismo Fuoristrada

Guarda tutti i video di Motociclismo Fuoristrada >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA