Andrea Bruni
01 September 2022

Sei Giorni day 4: Gran Bretagna allunga, Italia in crisi scende terza

Quarta giornata di gara difficile per gli azzurri che scendono al terzo posto nel Trofeo, scavalcati dalla Spagna. Ottimo lavoro di squadra degli inglesi, che grazie a un ottimo lavoro di squadra scappano in classifica

1/8

Nathan Watson, Gran Bretagna

Quarto giorno di gara nelle regioni dell'Ardeche e della Lozere dove gli sterrati freschi e incontaminati di ieri hanno lasciato il posto a canali profondi e radici.

La Gran Bretagna ha fatto un'ulteriore passo in avanti verso la conquista del Trofeo portando il suo vantaggio a 4'09''76 sulla Spagna che sale al secondo posto. Davvero un'ottima giornata per tutti i piloti britannici con Nathan Watson (Honda) a occupare l'ultimo gradino del podio assoluto e Steve Holcombe (Beta) distaccato di soli 25''. Tengono botta anche McCanney (Husqvarna) e Etchells (Fantic) entrambi in top 20.

Giornata grigia per l'Italia che perde il secondo posto in classifica a favore della Spagna trascinata ancora una volta dal suo uomo di punta, vincitore di tutte e cinque le speciali di oggi. Nemmeno la ferita all'avambraccio sinistro, rimediata nell'ultima speciale di ieri, è riuscita a fermare l'arrembante Josep Garcia (KTM). Subito dietro di lui, distaccato di 25" il nostro Andrea Verona (GASGAS); chiude la top 5 il francese Hugo Blanjoue (KTM).

Per quanto riguarda gli altri nostri portacolori, Thomas Oldrati (Honda) e Alex Salvini (Husqvarna) portano a casa una buona giornata chiudendo rispettivamente 11° e 12° a due minuti dalla testa della corsa. Cerca di tenere il passo, ma fatica con una mano dolorante Samuele Bernardini (Honda) 39° oggi al traguardo.

Ecco le classifiche aggiornate al day 4.

1/3

Classifica Trofeo dopo la quarta giornata di gara

Nella categoria Junior Trophy comanda ancora l'Italia, con Francia, America e Svezia che rimpiangono fortemente l'uscita anticipata di almeno uno dei loro piloti: i rimanenti stando danno il meglio di loro entrando tutti e sei nella top 12 di giornata. Zachary Pichon (Sherco) è stato ancora una volta il pilota di spicco tra gli Juniores, con il tempo di 37'59''09, siede al 5° posto assoluto. Come detto, l'Italia mantiene la prima posizione dopo la quarta giornata della FIM International Six Days of Enduro, con un vantaggio di 2'33'' sulla Finlandia.

Colpo di scena nella classifica Femminile, dopo aver vinto tutte le speciali corse finora (ben 15) l'americana Brandy Richards (KTM) è stata costretta a un ritiro prematuro causa caduta dopo la terza speciale. Così facendo la squadra Campione del Mondo è fuori dai giochi, lasciando strada libera a Gran Bretagna, Francia e Australia.

A domani col day 5.

I video di Motociclismo Fuoristrada

Guarda tutti i video di Motociclismo Fuoristrada >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA