Stefano Avandero: “Un GP d’Italia come ai vecchi tempi”

Tutto pronto al Maggiora Park per il settimo round del Mondiale MXGP. Il boss di A Sport Group Stefano Avandero ci svela qualche anticipazione del weekend; una pista molto più “morbida” e la presenza di Antonio Cairoli

1/9

Mattia Guadagnini festeggia la vittoria del GP MX2 nel 2021

Questo fine settimana il circus del Mondiale cross tornerà in pista; e che pista! È in arrivo il GP d’Italia che si correrà ancora una volta al Maggiora Park (NO), teatro di alcune sfide indimenticabili. Senza andare troppo indietro nel tempo, basterà ricordare le emozioni che ci ha regalato Mattia Guadagnini nel 2021, vincendo gara 2 e GP in MX2. L’edizione 2022 si presenta ancora accattivante nella piccola cilindrata, con Geerts e Vialle a pari punti in Campionato e i nostri Guadagnini e Adamo pronti a infiammare il pubblico. Per avere qualche anticipazione abbiamo raggiunto Stefano Avandero (CEO di A Sport Group che gestisce il Maggiora Park), felice di ritrovare il Mondiale cross nella sua pista.

“Sì, sono molto contento di ospitare ancora una volta il GP d’Italia. È stata una negoziazione dell’ultimo minuto, nata a seguito della guerra in Ucraina. Dopo l’annullamento del GP di Russia ho chiesto di poter subentrare in calendario e così è stato. Lavorando sodo, in soli due mesi ci siamo preparati e nelle ultime due settimane ci siamo dedicati alla parte più “divertente”, cioè preparare la pista”.

Come sarà il tracciato?

“Rispetto agli anni precedenti abbiamo lavorato diversamente il terreno, cercando di renderlo più morbido possibile; non dico che troverete la sabbia, ma sarà diverso dal solito. Abbiamo utilizzato una macchina incredibile che trita tutti i sassi e così facendo il fondo si è allentato tanto. Un lavoro fatto per tempo, in modo da far adagiare il terreno. Durante questa settimana stiamo continuando a muoverlo con le ruspe e i macchinari classici. Penso che sarà un tracciato ideale per questa gara”.

Sarà il primo GP a Maggiora finalmente libero da restrizioni Covid.

“Dal 1° maggio in Italia sono state limitate le regolamentazioni, con la fine dell’obbligo di green pass. Questo ci fa piacere, per prima cosa perché significa che le cose vanno meglio dal punto di vista sanitario e secondo perché possiamo vivere il nostro GP con più serenità. Si tornerà a godere di una bella cornice, come già visto ad Arco di Trento, come ai vecchi tempi. Rilevo, comunque, ancora un po’ di paura da parte degli italiani ad andare in giro e a partecipare a manifestazioni così importanti, oltre al pochissimo tempo che abbiamo avuto a disposizione per pubblicizzare l’evento. Questo sarà un po’ penalizzante, ma sono comunque fiducioso che sarà un GP vincente, come quelli pre pandemia”.

Per gli spettatori ci saranno novità?

“Abbiamo fatto delle modifiche in ottica pubblico, per rendere la gara spettacolare e aumentare la visibilità del tracciato da angoli nuovi; migliorando anche la fruibilità all’impianto”.

Questo sarà anche il primo GP a Maggiora senza Antonio Carioli in gara. Ma le premesse perché il pubblico italiano si possa divertire ci sono ugualmente tutte.

“Sicuro. Ci aspettiamo grandi cose da Forato in MXGP e da Guadagnini e Adamo in MX2. E comunque tutti gli altri piloti sono in grado di dare spettacolo. Vi anticipo che comunque Cairoli sarà presente al GP, seppur non in veste di pilota. E non escludo che nei prossimi mesi possa essere protagonista di qualche altra iniziativa legata a Maggiora”.

Per voi è un anno ricco di eventi; avete ospitato il Prestige, adesso il GP e a settembre è in calendario un altro evento imperdibile, che probabilmente ti emoziona allo stesso modo.

“Sì, se non di più. Io sono molto coinvolto nell’organizzazione del FIM Vintage World Cup che si terrà il 10 e 11 settembre. È la prima volta che FIM dà una titolazione a una gara vintage e sono orgoglioso di essere io a ospitarlo. Sto lavorando al coinvolgimento di tanti campioni ed ex campioni per creare un evento fondato sul clima di festa, dove tutti si possano divertire; la nostra pista rappresenta una storia ed è il posto ideale per ospitare questa gara così importante”.

Per i ritardatari, come si fa a venire al GP d’Italia?

“Sul nostro sito maggiorapark.com ci sono tutte le indicazioni e i prezzi; la gara sarà spettacolare, la pista è fantastica, Maggiora è in grande forma e si prospetta un gran bel weekend!”.

I video di Motociclismo Fuoristrada

Guarda tutti i video di Motociclismo Fuoristrada >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA