x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

Biaggi festeggia 46 anni ed esce dalla terapia intensiva!

9 giugno 2017
di Tarcisio Olgiati
Biaggi festeggia 46 anni ed esce dalla terapia intensiva!
Max Biaggi
Crash per Max Biaggi, caduto sulla pista di Latina mentre si allenava col motard. AGGIORNAMENTO nel giorno del suo compleanno il Corsaro lascia il reparto di terapia intensiva dopo due operazioni e 17 giorni in reparto

Forza, Corsaro!

Max Biaggi ama il motard , lo pratica sia per diletto che agonisticamente, correndo qualche tappa dell’Italiano (guardate le foto della gallery in fondo all'articolo). Proprio durante un allenamento a Latina, in preparazione alla gara prevista l’11 giugno al Sagittario (Internazionali di Supermoto classe Onroad) Max Biaggi è caduto malamente riportando conseguenze così gravi (trauma toracico e spinale) che ne hanno richiesto il trasport o in ospedale in elisoccorso.
Arrivato al S. Camillo di Roma in codice rosso, Biaggi è vigile e cosciente, muove gambe e braccia e non pare in pericolo di vita. Gli accertamenti del caso (radiografici e neurologici) hanno evidenziato un trauma cranico e un frattura alla spalla. Gli esami continuano, soprattutto per stabilire l’entità dei danni a costole e schiena. Nei primi momenti dopo l'incidente, si temeva per una lesione spinale, che però pare fortunatamente esclusa.

Max (46 anni il 26 giugno) è caduto in seguito ad un highside (la ripresa di grip repentina che ti scaraventa in aria dopo una perdita di aderenza al posteriore in accelerazione), occorsogli mentre girava con una TM ufficiale, che per l’occasione aveva a disposizione. Moto ufficiale significa più potente di quella che il romano usa di solito, cosa che probabilmente ha spiazzato Max, che ha tutti i riferimenti tarati sulla sua moto. La caduta di Biaggi è stata pesante, col pilota che è atterrato frontalmente battendo il petto e la faccia. Immediatamente soccorso, Max lamentava forti dolori al torace e alla schiena, ma non ha perso conoscenza e, fortunatamente, la botta alla schiena non pare destare eccessiva preoccupazione.

La prognosi resta riservata fino a domani e Max rimane in osservazione in rianimazione, per via del trauma toracico che presenta rischi di evoluzioni. Oltre alla frattura alla spalla di cui abbiamo detto, a Max sono state diagnosticate fratture costali multiple per il gran colpo allo sterno, e la prognosi, dopo lo scioglimento, dovrebbe aggirarsi sui 30 giorni. Biaggi è ovviamente doolorante, ma l'umore tiene.

AGGIORNAMENTO 10 giugno: BOLLETTINO MEDICO
“Quadro clinico in evoluzione per Max Biaggi. Gli esami radiologici effettuati nel corso della mattinata hanno evidenziato un incremento della falda del pneumotorace destro. È stato posizionato un drenaggio toracico. L'intervento è stato eseguito con perfetto esito. I parametri vitali permangono al momento soddisfacenti. Continuano sia il monitoraggio multiparametrico e radiologico, sia le procedure di supporto non invasivo dell'attività respiratoria. La prognosi rimane riservata".

AGGIORNAMENTO sera 11 giugno: BOLLETTINO MEDICO
Quadro clinico stazionario. I parametri vitali sono soddisfacenti, continuano il monitoraggio multiparametrico e le procedure di supporto non invasivo dell'attività respiratoria. La scorsa notte il paziente ha riposato discretamente. La prognosi rimane riservata.

AGGIORNAMENTO 18 giugno: MAX LASCIERÀ LA TERAPIA INTENSIVA
Nessun bollettino medico per Biaggi, ma si conferma che le 9 costole rotte sono in realtà 11, due delle quali sono accavallate e creerebbero problemi alla respirazione. Le condizioni del Corsaro sono definite stabili, ricordiamo che Biaggi è collaborativo e partecipe: viene sottoposto ad alcuni esercizi di fisioterapia respiratoria. Tuttavia ci sono anche delle buone notizie: il padre, Pietro, conferma che, non più tardi di lunedì, suo figlio Max abbandonerà il reparto di terapia intensiva nel quale è ricoverato dall’8 giugno.

AGGIORNAMENTO 26 giugno: IL GIORNO DEL SUO COMPLEANNO MAX LASCIA LA TERAPIA INTENSIVA
Dopo 17 giorni di permanenza nel reparto di terapia intensiva dell'ospedale e due operazioni chirurgiche (l'ultima solo cinque giorni fa, che ha liberato il polmone destro), proprio nel giorno del suo 46° compleanno Max Biaggi finalmente ha lasciato il reparto dell'ospedale San Camillo di Roma. Lo stesso Max ha diffuso la notizia tramite un post su facebook dove ha ringraziato i famigliari, la compagna Bianca Atzei e tutti coloro che gli sono stati vicino:


"Stavolta ho rischiato di non esserci, il regalo più bello è uscire dalla rianimazione dopo 17 gg. Grazie per tutti gli auguri di compleanno e per tutto l'affetto ricevuto ogni giorno. Indimenticabile. Vi voglio bene. Max
#ritornoallavita #paura #maxisback"

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta