Statistiche web
Marco Gualdani
02 December 2022

La Factory Edition 2023 mostra la nuova generazione di GASGAS

Anche GASGAS guadagna le novità a ciclistica e motore delle sorelle Husqvarna e KTM e si evolve a livello di design con una linea inedita. Un'anteprima che ci arriva dalla Factory Edition 2023, proposta nelle due cilindrate 450 e 250

1/13

Ormai è diventata una prassi; per permettere ai propri piloti di correre la stagione Supercross con il massimo della tecnologia disponibile, il gruppo KTM presenta a dicembre le relative "Factory Edition" limitate al mercato nord americano, in un quantitativo sufficiente a rispettare le regole AMA, che impediscono di schierarsi in gara con dei prototipi. Una strategia che ogni anno viene replicata, ma che diventa occasione per scoprire in anticipo gli aggiornamenti tecnici a cui sono destinati alcuni modelli, soprattutto negli anni importanti. Come questo, almeno per GASGAS. Dopo aver evoluto la gamma cross di KTM e Husqvarna, ora tocca al terzo Marchio del gruppo sfruttare i benefici degli aggiornamenti. Parliamo di nuovo telaio, nuovo telaietto (non bicomponente come quello delle sorelle, ma full alluminio) diverso forcellone, monoammortizzatore totalmente rivisto (nel corpo e nell'attacco sul telaio) e motori aggiornati a livello di distribuzione e scarico. Novità anche per quanto riguarda l'elettronica, con l'arrivo della nuova centralina che gestisce due mappature, il traction control e il quickshifter, al debutto su una GASGAS.

Ma a catturare l'attenzione è il nuovo design delle moto, che segna il nuovo corso delle rosse austro/spagnole. Le vecchie plastiche sono state mutuate dalle nuove che definiscono linee totalmente inedite e che ritroveremo nei prossimi anni sulla gamma cross ed enduro di serie. Inutile dire che le moto sono bellissime, perché parliamo delle repliche ufficiali che porteranno in gara i piloti del team Troy Lee Design nel 2023; l'uomo di punta resta Justin Barcia e a lui è stata dedicata la 450 (foto sopra), caratterizzata dal portanumero bianco e numero 51, mentre la 250 (sotto) ha portanumeri neri neutri. A caratterizzare entrambi i modelli troviamo numerose parti speciali come le piastre in ergal anodizzate, terminale di scarico Akrapovic, paradisco, paramotore, ruote factory. La strategia del gruppo resterà quella classica, vedremo le GASGAS standard 2024 con queste novità tecniche già prima dell'estate.

1/8

I video di Motociclismo Fuoristrada

© RIPRODUZIONE RISERVATA