Statistiche web
Marco Gualdani
19 September 2023

Cosa sono e a cosa servono quelle luci verdi sulle moto del SuperMotocross?

Ai due playoff SMX di Charlotte e Chigago non sono passate inosservate delle inedite luci verdi sulle forcelle dei piloti. Ma qual è la loro funzione?

1/8

No, non sono per bellezza e non sono neppure l'ultima trovata pubblicitaria. Nei due playoff che che anticipano la finalissima del SuperMotocross di Los Angeles, si sono viste delle luci verdi su alcune moto in pista, nella 450 quanto nella 250. Ebbene, si tratta di una soluzione mirata a identificare facilmente il pilota in testa alla gara. Sono due strisce a LED che l'organizzazione ha consegnato a tutti i team, da attaccare sugli steli della forcella in corrispondenza della piastra di sterzo inferiore, collegate a una centralina autoalimentata, da alloggiare dietro al portanumero anteriore. La centralina è connessa con un pc della direzione gara, in grado di accendere e spegnere i LED in base a quello che accade in pista, da remoto. Dopo la partenza, quindi, viene accesa la luce al pilota che scatta al comando in modo da renderlo facilmente identificabile dal pubblico, soprattutto quando iniziano i doppiaggi. Le luci si vedono indistintamente di notte (come a Chigago) ma anche di giorno (come visto a Charlotte). Quello di rendere chiaro l'andamento della gara, evidenziando il pilota in testa, è uno dei punti particolarmente cari agli americani. Anche nel Supercross tradizionale, ci sono delle colonnine disposte lungo il tracciato che si illuminano al passaggio del pilota al comando e anche il finish line animato evidenzia chiaramente la scritta Leader a ogni passaggio del battistrada.

1/13

Il tutto è finalizzato a rendere una gara di motocross più comprensibile a un pubblico "generalista", quindi ben venga. Le luci verdi accese possono teoricamente anche favorire la fase di doppiaggio, essendo la posizione del leader facilmente identificabile da tutti i piloti in pista. Un aspetto negativo, invece, potrebbe essere legato al disturbo visivo che le luci montate sula parte anteriore della moto possono creare al pilota in sella. Soprattutto di sera. L'intensità dell'illuminazione è elevata e il fatto che i LED possano accendersi o spegnersi in qualunque momento, crea potenzialmente una situazione di distrazione e quindi di pericolo. Anche perché non sempre l'attivazione è stata impeccabile e si sono viste luci accendersi e spegnersi in modo random sulle moto di diversi piloti in pista. Ma, di questo, ancora nessun pilota si è lamentato pubblicamente. Così come le Case non si sono ancora lamentate del fatto che le moto in testa... sembrano tutte Kawasaki!

1/14

I video di Motociclismo Fuoristrada

© RIPRODUZIONE RISERVATA