Marco Riccardi
24 January 2023

Consuntivo mercato fuoristrada 2022: classifiche e analisi di un grande successo

Siamo davanti al miglior anno in fatto di vendite delle enduro professionali e delle big on-off. Solo le trial marcano il passo e segnano il passivo nelle immatricolazioni. Le prospettive per il futuro sono favorevoli, in vista anche del ritorno alla normalità degli approvvigionamenti di materiali e componentistica

1/4

La Beta RR 300 è la moto da enduro racing più venduta del 2022

È stato un anno decisamente “interessante” il 2022. Un anno che ha conosciuto un balzo in avanti generale nei numeri delle vendite (+7,9%, + 2.749 pezzi) rispetto al 2021. Se lo scorso anno avevamo affermato di essere reduci da “un’ottima annata”, in questo caso ci troviamo di fronte a una eccellente “vendemmia”. Una situazione che ha visto in crescita i settori dell’enduro racing e pure quello delle on-off di grossa cilindrata, una categoria che, Salone dopo Salone, si riempie di novità nelle medie e nelle grosse cilindrate e che coinvolge sempre di più ogni Costruttore. L'unica rappresentante di un mercato negativo riguarda le trial, che in termini assoluti sono solo il 2,5% del complessivo delle ruote che escono dall’asfalto. Le tabelle e i grafici, che accompagnano questo servizio, rendono più esplicativa l’analisi generale del mercato, evidenziando gli alti e i bassi di ognuna delle aziende coinvolte nel settore. Abbiamo allargato la hit parade dei modelli alle prime 30 moto (rispetto agli usuali 20 modelli che pubblicavamo sulla rivista) per avere una visione ancora più completa del settore; nel caso delle trial sono solo 14 a conferma della esiguità del settore.

Le prospettive per il futuro sono ancora positive anche perché la richiesta è sempre sostanziosa: quest’anno sono stati consegnati meno modelli di quelli che il mercato aveva il potenziale di immatricolare, e questo ancora a causa degli strascichi dei mancati approvvigionamenti delle Case di materiali e componentistica. La situazione dei siti di produzione sicuramente sarà migliore per il 2023 e dobbiamo aspettarci un'altra annata travolgente.

LE CLASSIFICHE 2022

1/3

ENDURO PROFESSIONALI

Nella “torta” in alto è rappresentato il mercato dell’enduro racing. La fetta più consistente è appannaggio di KTM seguita da Beta e Husqvarna. I Marchi controllati dal gruppo austriaco sommano 3.113 pezzi, che corrispondono al 46,7% dell’intero numero della categoria enduro racing. Quando il totale di questa tipologia si allarga alle 125 meno raffinate (in fatto di componentistica e dotate di motori quattro tempi), la prima della classe diventa Beta (2.334), seguita da Fantic (2.232) e da KTM (1.689). Le aziende che guadagnano in termini di numeri rispetto al 2021 sono Beta, Fantic, TM e Yamaha.

GLI ULTIMI 5 ANNI

1/2

Nella tabella sopra, i cinque anni di vendite delle Case che si occupano del fuoristrada professionale e non. In testa è la BMW col grande apporto ai numeri che arrivano dalle GS delle varie cilindrate. La entrofuoristrada bicilindrica boxer è, in assoluto, la più venduta tra le moto della Casa tedesca: nel 2022 sono state quasi 60.000 le GS consegnate nel mondo, nelle due configurazioni standard e Adventure. KTM è al secondo posto e il suo best seller in Italia è la big enduro 1290 Super Adventure S (723) mentre al terzo c’è Yamaha che ha come moto di punta la Ténéré 700, 2.762 pezzi. Confrontando il mercato del 2022 con quello dell’anno precedente si nota come le Marche in terreno positivo siano la maggioranza (15 Case) con exploit sostenuti nel caso di Aprilia, Ducati, Royal Enfield e Triumph. Il caso della Moto Morini è eclatante (siamo al 2.454%) perché in realtà sono pochissimi i numeri della X-Cape nel 2021. Tra quelle che sono caratterizzate dal segno meno ci sono KTM (-20,2%), Honda (-19%), GasGas (-20,2%). Il grafico a barre riguarda le prime 15 aziende che hanno caratterizzato le vendite del 2022 ed evidenzia immediatamente gli “alti e bassi” di ogni Marca.

IL PESO DELLE CATEGORIE

Tabella e grafico riportano i dati delle tre categorie che formano il nostro mercato del fuoristrada. Conforta il fatto che, ad eccezione del 2020 ovvero l’anno “orribile” della recrudescenza del Covid, il settore dell’offroad è sempre stato in positivo negli ultimi cinque anni. Il 2022 è in assoluto la stagione migliore: dal 2018 allo scorso anno l’incremento delle immatricolazioni vale 14.188 pezzi, un surplus del 60,3%. Andando a scandagliare le singole categorie del 2022 vediamo come solo il settore del trial abbia segno negativo (-9,3%) rispetto ai valori del 2021, mentre sono in positivo le enduro professionali (+4%) e le entrofuoristrada (+10%). Nei confronti dell’intero immatricolato moto 2022, il nostro mercato vale il 29,9%; nel 2021 questa cifra era del 29,4%, nell’anno 2018 la quota si accreditava per il 27,5%.

I video di Motociclismo Fuoristrada

Guarda tutti i video di Motociclismo Fuoristrada >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA