Statistiche web

Ecco la nuova Honda CRF450RW, come cambia rispetto alla 2023

Svelata la HRC ufficiale in dote a Gajser e Fernandez per il Mondiale MXGP, che anticipa i concetti tecnici della Honda 2025. Vediamola nel dettaglio e a confronto con la factory 2023

1/16

Il Team HRC entra nella stagione 2024 con tantissime novità: Gajser e Fernandez vantano una inedita CRF450RW e arriva in squadra Ferruccio Zanchi, schierato in MX2. Le ambizioni sono importanti, soprattutto dopo un anno amaro come quello 2023, che ha visto Fernandez a fasi alterne e Gajser fuori per metà stagione dopo il terribile infortunio al femore nel prestagione. Gajser e Fernandez hanno testato strenuamente la nuova moto durante il periodo invernale e debutteranno questo fine settimana a Riola Sardo, alla prima degli Internazionali d'Italia. Una moto che cambia tantissimo; vediamo le novità nel dettaglio, a confronto con la factory del 2023.

La nuova Honda a confronto con la precedente

1/6

La CRF450RW che Gajser e Fernandez useranno nel Mondiale MXGP è il prototipo che anticipa il MY 2025. Almeno per quanto riguarda ergonomia e base ciclistica. Per capire la portata delle novità abbiamo messo a confronto alcune immagini della moto nuova con quella usata nel 2023, che potete sfogliare nella gallery qui sopra. Cominciamo dal design: sembra che il trend delle case jap (più Ducati) sia quello di ritornare a convogliatori dall'ampio volume, dopo aver risicato cm dopo cm negli anni precedenti. Nella prima immagine si vede nettamente come la superficie di contatto del pilota sui fianchetti sia notevolmente aumentata. La seconda immagine ci mostra le modifiche fatte al retrotreno, con telaietto totalmente rivisto nella forma e negli attacchi al telaio, con annessa cassa filtro completamente ridisegnata; a prima vista sembra essere ulteriormente aumentata di volume e ha una enorme feritoia sul portanumero sinistro. Nelle foto abbiamo messo anche un dettaglio del leveraggio, che mostra un diverso pullroad e un mono con serbatoio inedito; nel modello 2023 spuntava fuori da entrambi i lati, sul 2024 si vede solo sul lato destro (a sinistra si sviluppa la cassa filtro). Parlando del telaio, che resta perimetrale in alluminio, potremmo pensare che le geometrie siano inalterate, ma con tante piccole novità a livello di attacchi motore, mono, telaietto. Anche il motore, dall'esterno, non sembra aver subito rivoluzioni particolari; resta la distribuzione Unicam, il design è il medesimo, viene mantenuta anche la batteria alle spalle del cilindro. A cambiare solo alcuni dettagli elettronici (cablaggi, connettori ecc), lo sviluppo del collettore di scarico e relativo terminale, oltre al serbatoio che passa da carbonio a titanio.

I video di Motociclismo Fuoristrada

© RIPRODUZIONE RISERVATA