Marco Gualdani
08 January 2023

Supercross Anaheim 1, gara pazzesca! Report e risultati

Colpi di scena a non finire, cadute, sorpassi, recuperi e podio finale in evoluzione fino all'ultimo giro. L'avvio del Supercross 2023 con la classica di Anaheim 1 non ha deluso le aspettative. Ecco come è andata e i risultati

1/2

Ha vinto Eli Tomac, con Cooper Webb secondo, Chase Sexton terzo e Dylan Ferrandis quarto, molto vicino al podio. Ma per arrivare a questo risultato ne sono successe di ogni; l'avvio del Supercross 2023 è stato scoppiettante, merito di un altissimo livello di agonismo tra i piloti, ma soprattutto di un tracciato molto difficile per conformazione e fondo umido che si è profondamente scavato e ha tradito tantissimi protagonisti. Sono caduti nell'ordine: Justin Barcia (mentre era lotta per la prima piazza con Tomac), Eli Tomac (in testa in solitaria), Jason Anderson (in lotta per il terzo posto) e soprattutto Malcom Stewart, protagonista mancato della serata.

Avete letto bene, Tomac è caduto ma ha comunque vinto. Questo basta per far capire il livello messo in pista dal Campione in carica, che per la prima volta trionfa alla gara di apertura di stagione. E con una facilità apparente da lasciare a bocca aperta. Il feeling con la nuova Yamaha è già ottimo, al punto che Eli si è permesso di scattare nei primi, prendere la testa della corsa quasi subito, allungare, cadere perdendo tempo e posizioni (è ripartito quinto staccato di sette secondi) e rimontare con una tranquillità incredibile, per poi passare Chase Sexton nel finale e vincere con più di quattro secondi... Con un Tomac così sarà dura per tutti anche quest'anno... Forse anche di più dell'anno scorso. La seconda sorpresa arriva da Cooper Webb, che si è nascosto alle spalle dei primi per tutta la finale, per poi comparire all'ultimo e risalire fino al secondo posto, passando Sexton a due giri dal termine. Una progressione che ci consegna due dati: la partenza potrebbe essere ancora il suo punto debole (una gara non fa casistica) e che ha ritrovato il feeling con la KTM, al punto da essere efficace come un tempo. Webb ha saputo approfittare della confusione generata dopo la caduta di Stewart, recuperando l'impossibile in pochissimo. La stagione sarà un testa a testa tra lui e Tomac? La terza sorpresa arriva da Malcom Stewart, che ha raccolto meno di quanto meritasse, per essere finito a terra pesantemente, dopo essersi ribaltato in avanti in una serie ritmica (forse ha preso un folle). Stewart è stato costantemente in lotta per il podio, togliendosi anche il lusso di stare in testa per diversi giri dopo la caduta di Tomac. Successivamente è arrivato Chase Sexton che ha dato l'impressione di poter vincere la serata. Anche lui molto calmo, preciso, non si è fatto prendere dal panico. Ha commesso un solo errorino nel finale, facendo riavvicinare Tomac e Webb, ma il podio certifica che è lui il terzo pilota da tenere d'occhio per questa stagione. Grande rimonta anche per Ferrandis che chiude quarto vicino a Sexton. Anche lui entra di diritto nel "pacchetto dei buoni", in caso di partenze migliori. E Roczen? Ovviamente aveva gli occhi puntati addosso e non ha deluso, anche se il risultato non è arrivato. Scattato davanti, ha lottato per il podio per metà gara, prima di calare il ritmo riuscendo a salvare il quinto posto, al netto delle cadute di Barcia, Anderson e Stewart.

Nella 250, affermazione di forza di Jett Lawrence, in testa dal primo all'ultimo giro. Completano il podio RJ Hampshire che ha passato Cameron Mcadoo nel finale.

I video di Motociclismo Fuoristrada

Guarda tutti i video di Motociclismo Fuoristrada >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA