Statistiche web
Marco Gualdani
28 January 2024

Internazionali 2024 al via; chi c'è, chi non c'è e le novità da non perdere

Ecco l'elenco iscritti alla prima gara degli Internazionali d'Italia Motocross Eicma Series 2024, che si correrà domenica sul sabbione di Riola Sardo. Facciamo il punto su quelle che sono le novità, le attese, ma anche le assenze

Domenica 4 febbraio ripartirà la stagione del motocross internazionale, con la prima prova degli IntMX Eicma Series 2024; si ricomincia dalla sabbia di Riola Sardo, dopo un anno di assenza dalla Sardegna, per poi chiudere il torneo di due gare la settimana successiva (11 febbraio) a Mantova. Come ogni inizio di stagione che si rispetti, sono moltissime le novità che si vedranno in gara, con movimenti di mercato importanti, moto aggiornate, colori ed equilibri tutti da scoprire. Ecco l'elenco di ciò che si vedrà alla prima di stagione, cominciando dalla 450.

MX1: la nuova Honda, le Kawa, le Fantic, la Beta e le tante Yamaha

1/4

Honda HRC è una delle novità più attese, perché schiererà in pista la nuova CRF450RW (qui l'anteprima), guidata da Tim Gajser e Ruben Fernandez. Sarà interessante vedere il potenziale di Tim e della nuova moto, in cerca di riscatto dopo una stagione condizionata da un incidente proprio agli Internazionali 2023. Anche Kawasaki sarà da tenere d'occhio, con lo squadrone composto da Romain Febvre e il neo arrivato Jeremy Seewer. Al momento, però, è confermata solo la presenza di Febvre e si aspetta l'ok dello svizzero che, in caso si presentasse, debutterebbe in verde dopo 8 anni in Yamaha. Fantic ha invece confermato la presenza in toto a Riola, con la nuova gestione del team Wilvo e i due piloti Glen Coldenhoff e Roan Van de Moosdijk, alla sua prima gara in 450. Stessa cosa per Jago Geerts, alla prima stagione nella top class in sella alla Yamaha ufficiale, assieme ai compagni di squadra Maxime Renaux e Calvin Vlaanderen, tutti presenti a Riola. Non mancherà la Beta, con il confermato Ben Watson e il neo arrivato Ivo Monticelli.

Al contrario, sembra che Jorge Prado non ci sarà. Lo spagnolo Campione del Mondo MXGP rientrerà dagli USA solo pochi giorni prima della gara e deve ancora iniziare la preparazione specifica, decisamente in ritardo rispetto agli altri. Non si hanno ancora notizie in merito alle scelte di Alberto Forato, passato alla Honda Standing Construct, che deve ancora confermare la presenza in Sardegna (sicuro invece Mantova) e soprattutto di Mattia Guadagnini. L'azzurro si sta allenando in Spagna e l'iscrizione agli Internazionali non è ancora stata inviata. Sarebbe bello vederlo in pista e capirne il livello con la nuova Husqvarna, ma per adesso tutto tace. Difficile pensare di vedere in gara Jeffrey Herlings, almeno in Sardegna. Anche lui, come tanti altri, stanno programmando solo Mantova.

MX2: Adamo e tanti italiani agguerriti

1/3

Nella cilindrata minore vedremo all'opera il Campione del Mondo MX2 Andrea Adamo, in sella alla KTM ufficiale, l'unica in pista a Riola. A lottare per la vittoria con il siciliano ci saranno certamente Simon Langenfelder con la GASGAS Factory e Lucas Coenen con la Husqvarna. Ma attenzione anche al resto della pattuglia italiana con Valerio Lata e Ferruccio Zanchi, ormai in grado di inserirsi nelle posizioni importanti, e Nicholas Lapucci, alla prima in sella alla Husqvarna. Potrebbe fare bene anche Prugnieres con la Kawasaki F&H. Mancano ancora le iscrizioni del team Yamaha, con Andrea Bonacorsi e Benistant, della TM Moto, e anche quella del nuovo Team Fantic MX2; in questo caso pare che i tre piloti abbiano subito qualche problema fisico nel corso della preparazione. Stessa cosa per Marc Antoine Rossi, che non sarà al via di Riola. Come previsto non ci sarà la Ducati, che ha previsto il debutto all'Italiano e non agli Internazionali e non si hanno notizie neppure della Triumph.

In pista viene confermata la classe 125 e qui i nostri sono grandi protagonisti: Pini, Gaspari, Alvisi, Mancini e Barbieri sono solo alcuni degli azzurri che potrebbero regalarci grandi soddisfazioni.

I video di Motociclismo Fuoristrada

© RIPRODUZIONE RISERVATA