La FMI delibera 2 milioni di euro per tesserati e impianti

Per favorire la ripresa delle attività e ovviare in parte al danno economico che ha colpito duramente anche tutto il settore delle due ruote, la FMI ha messo in campo risorse e strategie per aiutare la base della nostra Federazione in una prospettiva che abbraccia anche il 2021

1/2

Il Consiglio Federale FMI del 19 giugno 2020 passerà di certo alla storia come uno dei più coraggiosi e significativi della tradizione della Federazione Motociclistica Italiana. Storico per il coraggio delle scelte di sostegno concreto ai Moto Club, ai Tesserati e Licenziati con uno sforzo economico senza precedenti.

Per favorire la ripresa delle attività e venire incontro al danno economico che ha colpito duramente anche tutto il nostro settore, la FMI ha messo in campo risorse e strategie per aiutare la base della nostra Federazione in una prospettiva che abbraccia anche il 2021.

Queste, in sintesi, le misure che il Presidente Copioli e il Consiglio Federale hanno deciso di adottare:

1) Sostegno ai Moto Club. A tutti i Moto Club affiliati 2020, che opereranno la loro riaffiliazione per il prossimo anno entro il 31 dicembre 2020, la FMI riconoscerà un contributo di 500,00 euro. Ai Moto Club affiliati 2020, che opereranno la loro riaffiliazione per il prossimo anno dopo il 1° gennaio 2021, la FMI riconoscerà un contributo di 250,00 euro. Doveroso ricordare che la campagna di Riaffiliazione e Tesseramento partirà anche quest’anno dal 1° novembre 2020.

2) Licenziati e Tesserati Sport e Minisport. A tutti i Licenziati ed ai possessori di Tessera Sport e Mini Sport 2020 la Federazione Motociclistica Italiana riconoscerà un bonus, pari al 25% del costo 2020, che si potrà sfruttare sul costo di ogni tipo di Licenza, Tessera Sport e Minisport per il 2021.

3) Impianti. Come già annunciato, si conferma che le omologazioni per gli impianti, già omologati nel 2020, saranno rilasciate senza alcun costo per il 2021: faranno eccezione soltanto quegli impianti che opereranno modifiche tali da richiedere una nuova ispezione.

4) Manifestazioni. Tutti i Moto Club organizzatori di manifestazioni nazionali, a partire dal 19 giugno 2020, non pagheranno gli oneri federali riguardanti il DST (Diritto Servizio Tecnici), la TIC (Tassa di iscrizione calendario) e la TAG (Tassa Approvazione Gara) per tutta la corrente stagione 2020.

Tutti i Moto Club organizzatori di manifestazioni regionali a partire dal 19 giugno 2020 non pagheranno il DST (Diritto Servizio Tecnici).

Tutti i Moto Club organizzatori di manifestazioni turistiche, a livello nazionale, a partire dal 19 giugno 2020, non pagheranno la TIC (Tassa di iscrizione calendario) e la TAG (Tassa Approvazione Gara) per tutta la corrente stagione 2020.

Il Presidente FMI Giovanni Copioli ha dichiarato: “Le misure che abbiamo adottato per sostenere i nostri preziosi Moto Club e tutta la nostra base, rappresentano davvero un grande sforzo. Sotto il profilo economico stiamo parlando di quasi due milioni di euro. Un impegno senza precedenti ma che, insieme al Consiglio Federale, abbiamo assunto con responsabilità, anche grazie ad una oculata gestione di questi anni che ci ha permesso di raccogliere importanti riserve, adesso necessarie in un momento di emergenza. Volevamo dare un segnale forte di appartenenza, di concretezza e anche di aiuto per la ripresa delle attività. Sono certo che queste misure possano dare fiducia ed entusiasmo a tutta la nostra grande famiglia per impegnarsi quest’anno e preparare un grande 2021, anno in cui la FMI festeggerà 110 anni”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News