Statistiche web

Royal Enfield acquista il 10% di Stark Future

L'azienda svedese che ha lanciato la cross elettrica Stark VARG ha ricevuto una iniezione di capitale di 50 milioni dalla indiana Royal Enfield

1/10

Si è parlato molto di Royal Enfield in questi mesi, con la chiacchierata Himalayan 450, la 650 e i numerosi modelli emersi da alcuni documenti trapelati in India che potrebbero presto arrivare nei listini della Casa. Royal Enfield si sta muovendo anche in ambito elettrico, con il prototipo Eelektro1, con lo schizzo di una Himalayan elettrica e con la dichiarazione dello scorso novembre in cui il CEO B. Govindarajan spiegava l’impegno verso questa direzione. A confermare queste parole le azioni per 50 milioni di euro investite da Royal Enfield in Stark Future SL (circa il 10,35% del capitale totale dell'azienda di moto elettriche di origine Svedese), oltre alla nomina di un direttore nel consiglio di amministrazione. Questa partnership darà vita ad una collaborazione permanente e duratura fra le due aziende, il cui obiettivo comune è quello di creare soluzioni di mobilità globale sempre più tecnologiche e avanzate.

L'amministratore delegato di Eicher Motors Ltd (società dietro Royal Enfield), Siddhartha Lal, ha dichiarato: Adoriamo la visione, la passione e l'attenzione di Stark Future. Le motociclette per il tempo libero non si prestano facilmente alla tecnologia dei veicoli elettrici in questa fase, a causa di sfide come l'autonomia della batteria, l'imballaggio, il peso e il costo. Ciò ha comportato una crescita stentata di questo segmento fino ad ora. Stark Future è stata in grado di comprendere e sfruttare il potenziale della tecnologia dei veicoli elettrici superando notevolmente le offerte ICE, senza scendere a compromessi su portata, peso, imballaggio e costi. Hanno creato una moto da cross assolutamente sbalorditiva: la Stark VARG. Riteniamo che Stark Future con la VARG abbia il più alto potenziale di crescita nel settore dei veicoli elettrici e il potenziale per utilizzare questa solida base per estendersi in altri segmenti contigui e oltre".

Anton Wass, fondatore e CEO di Stark Future: "Volevamo sfidare e ispirare l'industria motociclistica con la creazione della Stark VARG, portando la nostra tecnologia elettrica dal tavolo da disegno alla realtà. Collaborare ora con uno dei primissimi marchi motociclistici della storia e far parte del loro percorso verso la sostenibilità è una grande opportunità. Abbiamo lavorato a stretto contatto con loro per alcuni mesi e siamo rimasti profondamente colpiti da ciò che hanno creato negli ultimi 25 anni, nonché dalla mentalità e dall'attenzione che fungono per continuare a costruire e sviluppare Royal Enfield nel futuro del motociclismo sostenibile. Con la Stark VARG crediamo di avere un modello di lancio che azzererà i benchmark, quindi sapere che le basi tecniche della moto si diffonderanno molto di più e filtreranno in altri prodotti è motivo di orgoglio per noi. Finora il nostro è stato un viaggio breve, intenso e incredibile, ma il legame con Royal Enfield e le prospettive per i prossimi anni sono ottimi segnali per il futuro".

© RIPRODUZIONE RISERVATA